La solitudine delle mamme: le giovani donne sono le più colpite

Uno studio ha sottolineato uno dei problemi riguardanti la maternità: la solitudine delle mamme.

mamma e solitudine

Diventare mamma, a qualsiasi età, non è mai una passeggiata e spesso ci si può sentire soli e abbandonati.

Maternità e solitudine: uno studio

Secondo un report della Croce Rossa britannica insieme a Co-op, una maternità in giovane età può causare un senso di solitudine pari al divorzio o a un lutto.

La ricerca si è svolta intervistando 100 persone che hanno ammesso di sentirsi sole e raccogliendo dati da un questionario proposto a 2500 persone da cui è emerso che a metà della popolazione capita di sentirsi solo.

1/5 invece dichiara di non essersi mai sentito solo.

Nel rapporto si legge che elementi che scatenano questo senso di isolamento consistono in eventi che interrompono la vita e fanno sì che la solitudine diventi la consuetudine:

  • come diventare mamma in giovane età o
  • affrontare la sindrome del nido vuoto,
  • la pensione,
  • sperimentare problemi di salute a lungo termine o limitazioni della mobilità
  • affrontare un lutto
  • affrontare una crisi di famiglia

La ricerca della Croce Rossa britannica ha scoperto che l’isolamento viene reso più acuto dalla rapida scomparsa di spazi sociali o dalla scarsa disponibilità di trasporti economici per andare a trovare amici e parenti.

La solitudine ha effetti negativi non solo sull’animo ma anche sul fisico delle persone, tanto quanto il fumo e l’obesità.

Le donne che diventano mamme sotto i 25 anni sono più inclini a non vivere con il padre dei loro bambini delle mamme più anziane.

Sempre stando ai risultati dello studio inglese è risultato che 1/3 delle  nuove mamme nel 2015 avevano tra 20 e 25 anni.

Le mamme adolescenti erano più della metà e non vivevano col padre del loro bimbo o non avevano registrato il suo nome.

Naturalmente tutto questo finisce per avere un costo sulla loro salute, ma anche a livello sociale.

Il modo per combattere la solitudine è un impegno serio e a lungo termine da entrambe le parti” spiegano gli esperti.

La mamma blogger Alice Judge-Talbot sul Telegraph ha commentato questa ricerca parlando della sua esperienza personale di mamma a 24 anni.

Quando sono diventata mamma a 24 anni per me è stato un grande shock, è stato qualcosa che ho sempre voluto ma la verità è stata devastante rispetto alla vita ideale da genitori promossa da Hollywood. ..”

Come tante mamme è passata dall’avere un lavoro di responsabilità al dover provvedere alle necessità di un nuovo essere umano che dipendeva completamente da lei, arrivando a invidiare anche un po’ il marito che continuava a lavorare e a mantenere un’identità che non fosse solo quella del papà.

Il suo consiglio è se sei una nuova mamma che sta affogando nei pannolini ti suggerisco di guardare online, no non alle Modelle di Victoria’s secret ma alle comunità di donne su Facebook e Twitter che si sentono sole come te. Questa è stata la mia salvezza nei periodi più duri e scommetto che sono anche i tuoi”.

Unimamme e voi cosa ne pensate dei risultati di questa ricerca?

Anche voi avete sofferto di solitudine quando siete diventate mamme?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta