La nonna materna è più importante di quella paterna: a dirlo è la scienza

Secondo una serie di studi la figura della nonna materna sarebbe più importante di quella paterna: vediamo insieme perché.

Quando si diventa nonni, oltre al bene che si vuole ai propri nipoti, scatta un po’ di competizione. Sono soprattutto le nonne che fanno a gara – sempre bonariamente s’intende – per stare con i propri nipoti o per comprare loro il regalo più bello.

Secondo una ricerca promossa dalla rivista di psiconanalisi neofreudiana Ifefromm, infatti, la figura della nonna materna sarebbe la preferita rispetto a quella paterna. Questo lo si deduce analizzando diversi testi in cui viene analizzata la loro figura.

Nonna materna più importante? Secondo la scienza sì 

Secondo questa tesi, infatti, i bambini preferirebbero stare con la nonna materna, che ha in particolare questo profilo: “pensionata o casalinga, di età compresa fra i sessanta e i settant’anni, che vive nella stessa città del nipote o della nipote e che li vede più volte alla settimana”. La mamma della mamma sarebbe quella preferita perché “è presente in molte le circostanze della loro vita, istaurando con i nipoti un legame precoce, che inizia fin dal primo anno di vita”. Per questo molte donne sarebbero propense ad affidare i loro figli una volta tornate al lavoro alla madre, perché come dice lo studioso Jocelyn Cornwell, “i legami fra donne sono più forti e molte donne dichiarano che il legame con la madre è più importante di quello con il proprio marito”.

Secondo altri studi citati dalla rivista, come quello di Battistelli & Farneti che avevano intervistato un campione di 475 ragazzi divisi in tre gruppi (8-9 anni, 12-13 anni, 16-17 anni), i ragazzi preferiscono i nonni materni e soprattutto le nonne, per via di una sorta di “continuità emozionale” che si percepisce nella parte materna della famiglia, oltre al fatto che le nonne siano in grado di dare più affetto.

Pare inoltre che il ruolo di riferimento della nonna materna abbia origini storiche: ad esempio in Inghilterra nella metà del Novecento, le famiglie ruotavano attorno a una nonna, legata ai nipoti attraverso le figlie:  la posizione privilegiata era quella della nonna materna, non quella della nonna paterna. Inoltre, la figura della nonna sarà quella che determinerà le modalità di cura che la madre adotterà con il proprio bambino. 

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta