La soluzione contro lo stress e la disoccupazione: una settimana lavorativa di 4 giorni!

L’idea proposta da un importante luminare inglese potrebbe essere una soluzione anche per noi?

Lo stress è la malattia del mondo occidentale. Un male che non possiamo sottovalutare visto quanta influenza ha sulle nostre vite e quanto possa incidere anche sui nostri figli.

stress lavoro

Da uno dei più importanti dottori inglesi, il professore John Ashton, presidente della Facoltà della Salute Pubblica, arriva un allarme e allo stesso tempo una proposta che farà discutere molto e certamente raccoglierà consensi: ridurre la settimana lavorativa a 4 giorni.

Una settimana lavorativa così strutturata porterebbe una forte riduzione dello stress lavorativo, consentirebbe alle persone di passare più tempo con la famiglia e di fare esercizio fisico e ultimo, ma non per questo meno importante, aiuterebbe a diminuire le percentuali di disoccupazione.

Senza contare che molti problemi di pressione alta sono dovuti a un sovraccarico di lavoro o a una sua mancanza.

L’ineguale distribuzione del lavoro è uno dei problemi che ci troviamo ad affrontare: “Nel mondo del lavoro abbiamo una porzione della popolazione che sta lavorando troppo e un’altra che non ha lavoro“.

Anche la pausa pranzo è stata ridotta da un’ora di socialità e riposo a un panino mangiato alla propria scrivania. E tutto questo contribuisce a rendere il lavoro un peso per la nostra salute fisica e mentale.

Gli effetti di queste cattive abitudini si riflettono nei problemi alimentari: l’obesità, diete sbagliate, alcol e fumo. Una coppia di genitori che lavorino 4 giorni a settimana ha invece modo di organizzare delle abitudini virtuose anche rispetto ai propri figli, aumentando la loro presenza e curando di più la loro educazione.

Il professore poi si spinge anche oltre e nell’intervista rilasciata al Guardian dichiara: “Il quinto giorno potrebbe essere un giorno di attività dedicato alla comunità. Anche se quest’ultima proposta potrebbe limitare un po’ i benefici del tempo guadagnato, sarebbe comunque un modo per sentirsi più vicini come persone.

stress alla scrivania

Di sicuro le nostre unimamme hanno un’opinione riguardo la giornata lavorativa di quattro giorni. A noi sembra un’ottima proposta, voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Firma: Stefano

Notizie Correlate

Commenta