La commovente storia di Joey (FOTO)

La mamma del piccolo Joey, bambino con un tumore incurabile alla testa, ha deciso di raccontare la storia di suo figlio per sensibilizzarci su questo male.

Quando si parla di cancro e bambini, qualsiasi mamma pensa: “grazie a Dio non si tratta di mio figlio”, oppure “a mio figlio questo non accadrà mai”.

Purtroppo questo non è vero perché secondo le statistiche questa terribile malattia è più diffusa di quello che pensiamo e colpisce un numero altissimo di bambini.

Secondo CureSearch.org ogni anno più di 40 mila bambini in America ne vengono colpiti e il cancro risulta essere la causa numero 1 delle morti tra i 1 e 19 anni.

Per questo la mamma di un bambino affetto da un tumore alla testa ha deciso di sensibilizzare le persone raccontando la storia di suo figlio, un bimbo come tutti gli altri fino alla diagnosi del cancro.

Suo figlio Joey era un bimbo intelligente e curioso che amava ridere e divertirsi. Questo fino all’età di 5 anni quando ha cominciato ad avere dei forti mal di testa accompagnati da vomito.

Il bambino è stato ricoverato per 2 settimane in ospedale con un tubo di drenaggio nella testa, ma dopo altri 2 interventi i medici hanno dichiarato che Joey non si sarebbe salvato perché il tumore era inoperabile e che se volevano, potevano firmare il documento di non rianimare.

Joey ha poi iniziato una serie di radiazioni al termine delle quali i genitori gli hanno organizzato una piccola festa. Ha anche cominciato ad assumere degli steroidi per aiutare col gonfiore e il vomito, ma prendendo peso molto in fretta.

Poi il bimbo ha iniziato ad andare a scuola col fratello, anche se trascorreva la maggior parte del tempo a dormire nella stanza delle infermiere.

Joey è riuscito anche ad andare a Disneyworld con la sua famiglia, stando in prima linea in seguito alla sua malattia.

Purtroppo il tumore al cervello ha contagiato anche la sua personalità e a Natale è riuscito a divertirsi solo per poco tempo. In primavera il piccolo era così stanco e gonfio da non riuscire quasi a muoversi.

Infine, la madre di Joey ha trascorso il mese di maggio pregando che il figlio non morisse il giorno della festa della mamma o il suo compleanno.

Alla termine di questo lungo calvario il piccolo è morto tra le braccia dei genitori, lasciando un immenso vuoto nella sua famiglia e nel cuore dei fratelli a cui mancherà moltissimo.

La mamma di Joey prega chiunque legga la sua sua storia, narrata sull’Huffington Post di condividerla, di documentarsi e se può, donare qualcosa agli istituti che studiano il cancro infantile, perché purtroppo è qualcosa che potrebbe succedere a chiunque.

 

foto bimbo prima e dopo cancro

bimbo sorride

bimbo gioca col gatto

bimbo in ospedale con astronauta

bimbo suona campanella

bimbo gioca al parco

ragazzino in giardino

bimbo col cancro seduto

bimbo insieme agli amici

bimbo canta

bimbo seduto

madre e figlio

bimbo malato

foto ricordo

tomba bambino morto per cancr

foto di famiglia

 

Unimamme, già in passato vi abbiamo parlato di storie di bambini morti a causa del cancro, come Athena Orchar che ha lasciato un messaggio alla famiglia, purtroppo questa è una realtà con cui molte famiglie devono confrontarsi.

Noi speriamo che presto qualcuno trovi una cura per questo male, ma nel frattempo possiamo solo diffondere maggior consapevolezza sul cancro infantile e invitare chi può a donare qualcosa alla ricerca.

 

 

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta