I viaggi in macchina danneggiano la salute dei bambini: “sono tossici”

Uno studio ha sottolineato quanto usare l’auto faccia male ai bambini in termini di inquinamento.

inquinamento in auto

Unimamme, non facciamo mai abbastanza attenzione all’inquinamento subito dai bambini, ecco quindi che una recente ricerca ci informa al riguardo.

Inquinamento in auto:  nuovi studi

I ricercatori dell’Università di Cambridge hanno scoperto che i viaggi in macchina sarebbero particolarmente tossici per i bambini.

David King, chimico e professore dell’Università di Cambridge dichiara che l’inquinamento prodotto all’interno dell’automobile è nettamente superiore rispetto all’esterno.

Mettere i bambini sui sedili posteriori equivale quindi a porli in una scatola che raccoglie e imprigiona i gas tossici di tutti gli altri veicoli.

“Se le persone sapessero il danno che le persone fanno trasportando i figli in auto ci penserebbero due volte ad usarla.”

A sostenere la tesi di King vi sono anche altri studi, come quello di Stephen Holgate, pneumologo e professore della Southampton University e presidente del Royal College of Physician secondo cui l’inquinamento in macchina è 9 -12 volte superiore all’interno di un’auto piuttosto che all’esterno.

Inoltre, quando i ventilatori funzionano risucchiano i gas di scarico dell’auto davanti per poi rigettarli nel retro.

In un altro studio risalente al 2014 è stata misurata l’esposizione allo smog di persone che in città usavano diversi mezzi di trasporto come:

  • auto
  • autobus
  • bicicletta
  • andava a piedi

 

Si è scoperto che chi usava l’auto era più esposto a livelli maggiori di inquinamento. Il responsabile dello studio, Ben Barratt ha sottolineato che gli scarichi dei veicoli che si trovano davanti e dietro penetrano nell’auto e rimangono lì.

Un altro studio di origine spagnola ha evidenziato che l’inquinamento dell’aria riduce l’abilità dei bambini di:

  • concentrarsi 
  • diminuisce la loro capacità di reagire

Infine un’altra ricerca di origine californiana ha mostrato che l’inquinamento danneggia addirittura il dna dei bambini.

Secondo Holgate inoltre i piccoli sarebbero più vulnerabili degli adulti perché i loro polmoni che si stanno sviluppando ne rimarrebbero compromessi, aumenterebbe la predisposizione all’asma e ad altre malattie respiratorie.

Camminare o andare in bici sarebbe meglio sia per ridurre l’esposizione all’inquinamento sia per aumentare l’esercizio fisico. “Ci sono molteplici benefici a questo proposito, ma i genitori ora sono confusi perché ritengono che ci sia meno inquinamento in auto rispetto a fuori, ma si sbagliano”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questi risultati esposti sul The Guardian?

Noi vi lasciamo con alcuni consigli su come proteggere i bambini dall’inquinamento.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta