“Condividete per salvare una vita”: una mamma aggredita spiega come difendersi

Jessica Collins, mamma di 6 bambini, ha raccontato un episodio di violenza di cui è stata protagonista.

Unimamme, oggi vogliamo raccontarvi la storia di una mamma 27enne di 6 bambini e di come sia riuscita a cavarsela in una situazione completamente imprevista.

Una mamma racconta di come è riuscita a salvarsi da un aggressore

Jessica Collins è una mamma giovane, di 6 figli, che ha voluto condividere un’esperienza drammatica per allertare le donne e spiegare come lei si è salvata da un’aggressione assurda. Ecco il suo post su Facebook tradotto:

mamma armataGrazie per la condivisione e continuate a farlo. Sto solo cercando di aumentare la consapevolezza su qualcosa a cui tante donne e ragazze non pensano finché non è troppo tardi.

Sto solo cercando di informare le persone ma magari perfino salvare le loro vite. Sentitevi liberi di condividere. Donne, se andate in qualche posto da sole, portate sempre con voi le chiavi, di cui una fra le vostre nocche.

Mi sembra importante ricordarvi la vostra sicurezza. Specialmente quando tutto accade molto in fretta. Mi sono ricordata di aver lasciato il caricabatterie in macchina e quindi sono tornata indietro per prenderlo, ho fatto un passo indietro per chiudere la macchina e, in quel momento, un ragazzo ispanico mi ha dato un pugno sul naso.

 

Grazie a Dio avevo le chiavi in posizione difensiva e gli ho dato un bel gancio destro finendo col colpirlo nel collo, lui è corso via tenendosi il collo e io sono scappata dalla parte opposta, nel mio appartamento e lì ho chiamato la polizia.

Ho sporto denuncia, ma per favore fate attenzione là fuori. Lui è ancora lì fuori da qualche parte e so che, probabilmente, ce ne sono altri come lui.”

Sentitevi liberi di condividere per salvare una vita.”

Il post su facebook ha ricevuto 43 mila Like e più di 130 mila condivisioni.

Unimamme, voi trovate utile il suo consiglio? Vi siete mai trovate in una situazione di pericolo?

Vi lasciamo con la storia di una donna pugnalata al 7° mese di gravidanza.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta