Le nausee in gravidanza: cosa sono e come combatterle

Le nausee in gravidanza cosa sono, quando arrivano e utili consigli per contrastarle!

I primi mesi di gravidanza sembra di stare perennemente su una nave, senza i confort che una crociera porta con sé; l’unica cosa che hanno in comune questi momenti è il mal di mare, ovvero le nausee che si possono manifestare.

Vengono comunemente dette nausee mattutine, ma in realtà si possono presentare in tutta la giornata (ahi noi). Non è detto che la nausea porti al vomito, ma potrebbe capitare, è inutile nascondersi. Si presentano di solito tra la sesta e la dodicesima settimana di gestazione, per poi diminuire fino a scomparire quasi del tutto (qualche raro episodio può sempre capitare) a causa della diminuzione della beta Hgc, l’ormone che viene rilevato dai test di gravidanza.

Cosa si può fare per soffrire un po’ di meno di questo disturbo?

  • Innanzitutto mangiare poco, ma spesso, in modo da non aver mai lo stomaco vuoto, privilegiando cibi “asciutti” come i crackers oppure pane, pasta, cereali, legumi, patate;
  • evitate cibi troppo grassi, o contenenti troppi liquidi;
  • cercate di masticare piano, in modo da favorire la digestione, e non ingerire troppo aria nello stomaco, che potrebbe dare fastidio;
  • suddividere la giornata in tanti spuntini, cercando di non saltare mai la colazione, visto che la mattina è il momento in cui la nausea potrebbe essere più forte;
  • se la nausea è forte, e si fa fatica mangiare o a bere, per una volta potete fare ricorso alle bevande energetiche contenenti zuccheri, tipo le bibite gasate (ma non abusatene!).

Io per fortuna non ho sofferto moltissimo di nausee: una volta stavo per rimettere addosso a mia mamma (che non sapeva ancora che fossi incinta…), e sono ricorsa ad un’accoppiata fantastica, almeno per me. Succo di pera e grana. Una goduria per il palato, ma non per la linea (calcolate che nel primo trimestre, mentre molte dimagriscono, io ho preso cinque chili).

Nel caso in cui le nausee fossero davvero molto fastidiose, al punto di impedirvi di alimentarvi o a bere regolarmente, parlatene con il vostro medico o con il ginecologo: potrebbe infatti trattarsi di una patologia più grave, che sia chiama iperemesi gravidica. A lungo andare potreste rischiare la disidratazione e per questo, nei casi più gravi, è necessario il ricovero in ospedale e la somministrazione di farmaci antinausea.

La principessa Kate Middleton ce lo insegna. 😉

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta