Qual è l’età giusta per lasciare i figli soli in casa o farli uscire da soli?

Lasciare i figli soli in casa o farli andare alla bottega sotto casa può essere penalmente perseguibile. Ecco l’età giusta per poterlo fare senza correre alcun pericolo

abbsndono di minori

Inutile nasconderlo, chi prima ci dopo, si trova ad affrontare la difficile situazione di dover lasciare i figli soli in casa, anche solo per il tempo necessario di arrivare al negozio sotto casa a comprare quell’ingrediente necessario per preparare il pasto. Ed è inutile nascondere che lasciando il figlio a casa da solo si vive con angoscia e preoccupazione l’intero tempo in cui “abbandoniamo” il nostro bimbo.

Per la legge lasciare in casa da solo un minore di 14 anni può configurare il reato, vediamo di cosa si tratta e quando, invece, è possibile che tale reato non si realizzi.

Lasciare i figli soli in casa può essere pericoloso e penalmente perseguibile

Per la legge, un genitore che lascia da solo in casa un figlio minore di 14 anni o, anche, che lo lascia uscire da solo per andare a fare una semplice commissione può essere penalmente perseguibile perché si concretizza quello che viene definito “abbandono di minore”.

L’articolo 591 del codice penale, che disciplina proprio questo reato, punisce chiunque abbandoni un minore. Nello specifico questo articolo punisce con la reclusione da 6 mesi a 5 anni (tale pena è aumentabile se lo stesso minore riporta lesioni durante lo stesso abbandono o, addirittura, muore a causa della mancata vigilanza da parte del genitore o di chiunque ne avesse in carico la sua custodia) chiunque abbandoni, anche se solo nella propria abitazione:

  • un minore di 14 anni;
  • un minore di 18 anni cittadino italiano all’estero, se il minore era stato a lui affidato per motivi di lavoro;
  • un soggetto incapace (a causa di un’infermità, della vecchiaia o per altri motivi), se ne ha l’obbligo di cura o di custodia: l’incapacità va intesa non come interdizione giuridica, ma come impossibilità di provvedere a sé stessi salvaguardando la propria incolumità.

Per fortuna, come risportato dal sito Laleggepertutti, una sentenza della Corte di Cassazione dice che non è reato se un genitore o un tutore lascia da solo in casa un bimbo con età pari o superiore ai 10 anni con un minimo di maturità nel distinguere i pericoli.

Basta che allo stesso vengano forniti i mezzi per poter affrontare un qualsiasi momento di difficoltà, ovvero che lo stesso venga ben istruito su cosa poter fare e cosa non fare e cosa, invece, dover fare per allertare i genitori in caso di necessità.

E voi unimamme avete mai lasciato da solo vostro figlio in casa? Lo avete istruito su cosa fare in caso di emergenza? Eravate al corrente di questa norma?

Vogliamo comunque ricordare che spesso i nostri figli corrono pericoli anche se in nostra compagnia, ragion per cui vi consigliamo di capire quali sono i comportamenti sbagliati che possono metterli in pericolo.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta