Lettera di un padre alla figlia: “sono deluso da te come figlia”

Un nonno pubblica una lettera a favore del nipote omosessuale schierandosi contro la figlia.

lettera

In questi giorni in cui i fatti di cronaca segnalano una crescente ondata di omofobia (l’ultimo suicidio appena qualche giorno fa, quando un 21enne si è buttato dall’11esimo piano di un palazzo perché gay), fa discutere una lettera, pubblicata dal Daily Mail di un nonno che si schiera apertamente a favore del nipote, omosessuale, e contro la figlia che lo aveva cacciato di casa quando ha scoperto le sue preferenze sessuali.

La lettera, postata su facebook, ha ricevuto più di 8000 “mi piace” e più di 3000 commenti. Eccovela, tradotta in italiano:

Cara Christine,

sono deluso da te come figlia. Tu hai detto che abbiamo “una vergogna in famiglia”, ma ti sbagli su quale sia. 

Buttare fuori di casa tuo figlio semplicemente perché ti ha detto che è gay, è il vero abominio. Un genitore che disconosce il proprio figlio è quello che va “contro natura”. 

L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire in tutto questo è “tu non hai cresciuto un figlio per essere gay”. Certo che non l’hai fatto. E’ nato in questo modo e non lo ha scelto più di quanto essere mancino. Nonostante questo tu hai scelto di essere ostile, di idee ristrette e arretrata. Quindi, visto che stiamo parlando di rinnegare i propri figli, penso che coglierò questo momento per dirti addio. Ho un meraviglioso (come dicono i gay ) nipote da crescere e non ho tempo per le parole senza cuore di una figlia.

Se trovi il tuo cuore, facci una telefonata

Papà”. 

Certamente delle parole molto forti, soprattutto per una persona che immaginiamo non più giovanissima, e sicuramente non contento di chiudere con la figlia.

D’altronde, è vero: le persone che possono capirci sono quelle da cui meno ce lo aspettiamo e magari rimaniamo delusi da chi invece pensiamo ci voglia bene.

E voi unimamme, che ne pensate di questa storia? Cosa pensate di questa mamma?E del nonno?

Vi è mai capitato di trovarvi in una situazione in cui avete ricevuto sostegno da chi non credevate possibile?

 

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta