L’evoluzione ci dice che per le donne è tutta una questione di…misure!

Studio Australiano mostra che gli uomini più “dotati” sono considerati più sensuali dalle donne e quindi scelti per procreare.

babbo natale affascinante

Fonte foto: Pinterest

Occhi seducenti, labbra carnose, mani longilinee, natiche sode, pettorali scolpiti, spalle larghe, mascella volitiva…ogni donna cerca delle speciali caratteristiche nel suo uomo, ogni donna da’ importanza ad alcuni requisiti.

Un nuovo studio dell’Università dell’Ottawa (in Canada), pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciencesdimostra però che tra i parametri considerati dalle donne c’è anche quello della…misura! No, non stiamo parlando del famoso “altezza mezza bellezza”; facciamo bensì riferimento alle misure della “zona a sud dell’equatore”, del pene.

La ricerca non vuole essere definitiva, perchè altri studi in passato hanno mostrato risultati opposti, ma vuole essere un’analisi delle caratteristiche che più attraggono le donne. ” I dati mostrano che “le misure del pene” contano – ha affermato Brian Mautz, autore senior dello studio –  In ogni caso lo studio è relativo. Altri parametri come l’altezza o la forma del corpo sono altrettanto importanti. Combinati insieme questi fattori sembrano contribuire a generare fascino”.

Alle 105 donne Australiane intervistate (età media: 26) è stato chiesto di quantificare la sensualità di 53 uomini (generati dal computer con altezze e forme diverse), attraverso la visione di alcune foto che li raffiguravano nudi e con il pene non eretto. Le misure degli uomini “computerizzati” sono state preimpostate in seguito allo studio di più di 1000 uomini Italiani. Il pene più lungo in “stato non eretto” era di 12,95 centimetri.

I ricercatori hanno constatato che più grandi erano le misure del pene più gli uomini risultavano attraenti per le donne. In base a questo parametro tra i più sensuali sono dunque risultati anche quelli che in altre condizioni sarebbero stati considerati più “bruttini” perchè ritenuti bassi o in carne.

Lo studio ha mirato a comprendere come l’evoluzione ha condizionato lo sviluppo del pene umano. Le dimensioni del pene dell’uomo, rispetto a quello di altri mammiferi, sono palesemente maggiori, ma secondo i ricercatori negli anni l’evoluzione ha aiutato i maschietti aumentandole sempre più. I dati raccolti spiegherebbero dunque l’evoluzione delle dimensioni nell’uomo, poichè gli uomini più “prosperosi” attraendo un maggior numero di donne hanno dato loro maggiori possibilità di procreare, trasmettendo i tratti alle nuove generazioni.

Studi scientifici a parte, ci sembra strano che le donne nel XXI secolo siano così fortemente condizionate dalla lunghezza del pene.Certo le misure contano, ma fattori come il fascino, il carisma, la personalità non sono certo da meno.

E voi che ne pensate? Diteci la vostra nei commenti!

Firma: Benedetta Morbelli

Notizie Correlate

Commenta