Italia campione del Mondo: grazie ai ragazzi con la sindrome di Down (VIDEO)

La Nazionale Italiana di calcio a 5 ha vinto il primo mondiale dedicato ai ragazzi con disturbi intellettivo relazionale: Italia campione del mondo!

Dopo 11 anni dal trionfo di Berlino, un’altra nazionale sale sul gradino più alto del mondo. Un orgoglio immenso, un altro cielo azzurro sopra Viseu, in Portogallo, dove la nostra rappresentativa ha battuto il favorito Portogallo.

L’Italia è di nuovo campione del mondo: i ragazzi del calcio a 5 con la sindrome di down

I ragazzi del calcio a cinque hanno infatti sconfitto i padroni di casa per 4-1. Si tratta della nazionale dei ragazzi con la sindrome di Down, che fanno parte della Fisdir, Federazione Italiana  sport paraolimpici degli intellettivo relazionali.

Per il Portogallo – arrivato appunto in finale con i pronostici a proprio vantaggio – non c’è stato nulla da fare. La tripletta di Riccardo Piggio e il gol di Marco Sfreddo hanno chiuso la partita.

Una gioia immensa, nonché una testimonianza per tutti noi: chi l’ha detto che i sogni non si possono realizzare anche quando – solo apparentemente – pare che non si abbiano gli strumenti per farcela? Ce lo insegna anche Bebe Vio, la vincitrice della medaglia d’oro alle Paraolimpiadi di Rio, che non c’è niente che non si possa ottenere: basta volerlo.


E questi ragazzi della Nazionale hanno dimostrato di avere la voglia di vincere e insieme all’allenatore Roberto Signoretto, che guida la squadra con Gianluca Oldani e Edoardo Scopigno che ha dichiarato a TorinoSportiva:  “Che bello vederli giocare a calcio! Una soddisfazione per tutto lo staff vedere come i ragazzi sono stati in grado di mettere in campo quello che è stato fatto negli allenamenti! Vincere il mondiale è stata la classica ciliegina sulla torta, un’emozione immensa ma, soprattutto, un evento che garantirà l’ulteriore sviluppo del nostro calcistico riservato ad atleti con sindrome di Down. I ragazzi sono stati magnifici, il gruppo unito fin da subito alla ricerca di un risultato importante, che ci eravamo prefissati alla vigilia e che siamo riusciti con forza a raggiungere. Sono orgoglioso dei miei ragazzi”.

Il Mondiale – il primo indetto dalla federazione – è stato oltre al titolo, motivo di grande soddisfazione: Francesco Leocata ha vinto il titolo di miglior portiere e Luca Magagna quello di miglior marcatore. Meglio di così, non poteva andare.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta