Chi ha paura di una mamma che allatta?

L’allattamento pratica necessaria e naturale che se effettuata in pubblico suscita a volte forti avversioni. Perché?

Bisogna essere onesti e ammettere che di stranezze questa società ne ha più di una.

La prima tra tutte è questa ossessione per i corpi, per il sesso, per l’esposizione dei corpi che vengono sventolati come vessilli di bellezza, di forza e di sensualità. La nostra società  ruota intorno al sesso anche laddove non ce ne sarebbe affatto bisogno, ammicca e strizza l’occhio servendosi dell’erotismo anche se stiamo parlando di pubblicizzare il cibo per cani e gatti, ma questa non è una novità, è semmai qualcosa a cui siamo tutti ormai tristemente abituati e al limite anche annoiati.

Però c’è un però ed è molto contraddittorio, perché se è vero che da una parte non si fa altro che girare intorno al sesso e si è fatta l’abitudine a vedere continuamente corpi più nudi che vestiti, dall’altra parte accade che ci si scandalizzi di fronte a una madre che allatta al seno il proprio figlio in pubblico.

I giornali infatti spesso raccontano di episodi in cui le madri vengono redarguite perchè “sorprese” ad allattare il proprio  bimbo in pubblico, un episodio che mi ha colpito riguarda una mamma che è stata ripresa perchè stava allattando il suo bimbo su un volo di linea dell’ American Airlines.

  •  Punto primo: l’allattamento non è sessuale e chiunque ci veda un legame col sesso forse ha di che andare a discutere in una  tante delle  strutture preposte al supporto psicologico. Generalmente infatti, chi sostiene questa tesi, sostiene con essa il fatto che se allatti al seno in pubblico, allora che fai ti senti autorizzata anche a concepire un figlio in pubblico?  Siamo ai limiti del grottesco.
  • Punto secondo: nessuna madre al mondo va in giro obbligando chi passa a guardare ossessivamente quello che sta accadendo tra lei e il suo bimbo, ergo, quando accade non si è costretti a stare lì con lo sguardo, anche perchè non accade nient’altro che un’azione naturalissima, una madre dà da mangiare al suo bambino, punto.
  • Punto terzo: è possibile sentire obiettare da questi nemici dell’allattamento in pubblico che la parte di seno esposta da chi allatta è visibile e quindi è inopportuno che l’allattamento avvenga sotto lo sguardo di tutti. Questa opzione è ancora più comica data  la società in cui viviamo in cui non c’è un centimetro di pelle che la moda o la pubblicità non fotografino, espongano, esaltino come erotico, sessuale ecc.. Quante immagini esplicite ci bombardano giornalmente? Milioni, eppure, a quanto pare sono meno disturbanti di una donna che allatta.

Questo per dire le contraddizioni.

Ogni tanto, però, un po’ di buon senso non guasterebbe.

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta