“Mi ci sono voluti 18 mesi”: mamma orgogliosa usa la sua pancia come messaggio

Una mamma ha deciso di pubblicare una foto della sua pancia per parlare del lato oscuro della maternità

La depressione post partum è una brutta bestia: lo so perché l’ho avuta anch’io e per fortuna ne sono uscita.

Non è stata una passeggiata e se da qualche anno a questa parte le cose sono cambiate c’è sempre lo spauracchio della vergogna e del “non si dice” perché la maternità deve essere per forza il coronamento di un sogno bellissimo e non si deve invece parlare del lato più nascosto.

E’ stata invece molto coraggiosa Alexandra Kilmurray, una mamma di Fort Lauderdale, Florida, che ha condiviso su Instagram una foto della sua pancia segnata dalle smagliature dopo la nascita dei suoi due figli a distanza di 16 mesi l’uno dall’altro. 

La coraggiosa testimonianza di una mamma che mostra la sua pancia

Alexandra ha pubblicato la foto della sua pancia con accanto suo figlio più piccolo, scrivendo il seguente messaggio:

“Bene, so che molti di voi starete sicuramente pensando “perché pubblica questa foto”, ma ci sono voluti 18 mesi per farlo, 18 mesi per non piangere quando mi guardo allo specchio, 18 mesi per sentirmi nuovamente bella nella mia pelle! Nessuno ti avverte del lato oscuro della maternità e della gravidanza… nessuno ti dà una dritta su quanto si cambia fisicamente e mentalmente dopo che si diventa mamma. E’ stato un lungo e duro percorso postpartum per me… 18 mesi dopo il mio primo figlio e 5 mesi dopo il secondo mi sento come se finalmente vedo luce e mi sento alla grande. Cin cin a voi mamme che state lottando la depressione postpartum e che continuate ad alzarvi ogni giorno per i vostri figli! Cin cin a voi mamme che ancora piangete per i segni sulla vostra pelle per aver partorito i vostri bambini perfetti! Cin cin alla maternità, cin cin sapendo che tutto questo passerà! E le cose andranno meglio.”

Come ha dichiarato al Daily Mail – ha voluto condividere con le donne quel famoso aspetto meno famoso e più doloroso di cui mai si parla: la ragazza ha cominciato a soffrire di depressione post partum dopo la nascita del suo figlio maggiore Bryan, che adesso ha 18 mesi. Quattro mesi dopo la sua nascita è rimasta incinta del secondo bambino, Anthony.

Non soltanto stavo attraversando la depressione della mia prima gravidanza, ma avevo anche a che fare con gli ormoni della seconda” ha detto la ragazza.

La ragazza ha raccontato che si svegliava tutte le mattine disperata e il culmine è stato quando è nato il secondogenito perché si sentiva in colpa per non dare ad Anthony tutta l’attenzione che meritava. In aggiunta a questo avevo l’impressione di essere terribilmente sola perché le altre mamme sembravano imbarazzate di parlare di questa battaglia.

Non sapevo con chi parlarne, mi sono sentita davvero ridicola, mi sentivo come se non fosse normale avere le sensazioni che provavo“. Per questo Alexandra ha deciso di andare in terapia, visto che non aveva accettato i cambiamenti del suo corpo, molto diverso da com’era prima della gravidanza.

Successivamente ha postato la foto su Instagram del suo ventre: l’immagine è stata apprezzata più di 1000 volte e ha ricevuto centinaia di commenti positivi.

Sono profondamente stupita per tutte le persone che hanno risposto alla mia foto. Non mi sarei aspettata tanto supporto, ma quello era il mio ultimo obiettivo. Volevo che le altre mamme potessero relazionarsi alla mia situazione, volevo che le altre mamme sapessero che non sono sole“. 

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta