4 seri motivi per “posare” il cellulare quando siete con i vostri bimbi

L’uso smodato di cellulari e smartphone può causare ritardi nello sviluppo dei neonati. Una ricerca ne spiega i motivi.

È ormai cosa risaputa che l’uso smodato del cellulare comporta una serie di rischi, addirittura, poi, secondo alcuni ricercatori lo squillo dei cellulari spaventa il bimbo ancora in grembo e ne interrompe il suo sonno. Un’altra ricerca condotta presso l’Università della California di Irvine ha messo in evidenza che le cure materne frammentate e caotiche, interrotte dal continuo utilizzo degli smartphone o dei tablet, potrebbero pregiudicare il corretto sviluppo del cervello dei bambini nonché potrebbero far sorgere negli stessi dei disturbi emotivi. Ecco quanto messo in evidenza dai ricercatori di Irvine.

utilizzo smodato del cellulareMamme e cellulari, ecco quando è il caso di metterli via

Premesso che gli stessi ricercatori non biasimano affatto gli smartphone c’è, comunque, da dire che gli stessi ricercatori sottolineano il pericolo nascosto nell’utilizzo esagerato di cellulari e tablet in genere, strumenti che non vengono ignorati neanche nei momenti dedicati alle cure dei più piccoli. I ricercatori, dunque, suggeriscono a tutte le mamme di riporre i cellulari almeno quando si prendono cura dei propri figli.

I neonati, ovviamente, dipendono dal costante nutrimento della mamma e necessitano delle sue cure. Troppe distrazioni frequenti causate anche dal ‘richiamo’ dello smartphone, dunque, potrebbero portare ad effetti negativi nei neonati.

Scopriamoli insieme.

  • Ritardo nello sviluppo del cervello del bambino. E già, i ricercatori della Università della California di Irvine, sono convinti che le sporadiche e frammentate cure materne possono limitare la crescita delle reti dei neuroni di un bambino.
  • Utilizzo di droga e alcol da adolescenti e adulti. Secondo gli esperti, le mamme che non riescono a limitare l’uso del telefono cellulare e altre distrazioni corrono il rischio che i propri figli possano avere problemi di droga e di alcolismo. Non bisogna quindi essere troppo sorpresi se i “modi imprevedibili” delle mamme ‘distratte’ creano dipendenza nella vita dei figli.
  • Problemi di emotività. Purtroppo vi sono alte probabilità che i bambini, in età adolescenziale e adulta, cadano vittima di disturbi emotivi, tra cui la depressione e l’infelicità in generale.
  • Continua ricerca a stimoli estremi. Gli esperti sostengono anche che il ritardo dello sviluppo del cervello causato dalle continue distrazioni delle mamme possono indurre, poi, gli adolescenti a cercare il brivido continuo e comunque una stimolazione più estrema come, per esempio, la guida veloce o altri stimoli estremi.

È vero, lo studio è stato condotto sui topi ma i risultati ottenuti mettono comunque in evidenza che le continue interruzioni quotidiane – telefonate, sms, avvisi di messaggistica istantanea, social network – possono avere un impatto negativo e duraturo sulla crescita dei bambini e può aumentare le probabilità di comportamenti a rischio.

Gli stessi ricercatori, poi, cercano di tranquillizzare tutte le mamme dicendo: «Non è la quantità di cure materne che influenza il comportamento degli adolescenti quanto la qualità, ragion per cui è meglio evitare la cura frammentata. Cerchiamo dunque di spegnere il telefono cellulare quando ci prendiamo cura del bambino e cerchiamo di essere prevedibili e coerenti».

E voi unimamme siete d’accordo su quanto sostenuto dai ricercatori dell’Università di Irvine? Che rapporto avete con il vostro smartphone? Se ne avete voglia condividete le vostre esperienze.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta