“Imparate dal mio errore”: l’appello di una mamma che ha perso il figlio

Il messaggio sconvolgente di una mamma che ha perso suo figlio nel sonno a causa di un comportamento piuttosto comune.

Non c’è più una perdita maggiore per un genitore di quella di perdere il proprio bambino  e per una mamma di Washington, quell’ incubo è diventato una realtà molto reale e piena di tormenti.

Dopo la morte del suo figlio di 7 mesi, Sloan, la donna mette in luce un pericolo comune e potenzialmente fatale, che in molti spesso trascurano.

Le parole piene di dolore dell’appello di una madre che ha perso il suo bambino 

Questo è il volto di un immenso e insopportabile dolore, il volto della nostalgia, del colpo di cuore, dell’AUTOCOLPEVOLEZZA“, scrive Jordan DeRosier nel suo post su Facebook.

La donna racconta di aver messo a dormire il suo bambino di 7 mesi, Sloan,  per la notte assieme alla coperta fatta dalla nonna.

Purtroppo proprio la copertina gli è stata fatale:  L‘aveva trascinata in qualche modo attraverso le sbarre per la culla ed è rimasto bloccato”, scrive la donna addolorata mentre posta su Facebook una foto mentre stringe la coperta di Sloan accanto all’altro figlio Rowan.

 Non pensi mai che succederà a te. Non pensi mai che sarà tuo figlio“.

La donna ha scoperto la mattina successiva il bambino con la coperta preferita sul viso.  Ha fatto tutto quello che poteva – insieme al marito Justin e ai suoi vicini – per portare il suo bambino in vita.

Mi ricordo che [Justin] stava posando Sloan sul bancone della cucina, cercando di eseguire massaggio cardiaco mentre era al telefono con il 911. Stavo ancora urlando: il nostro vicino ha sentito e si è fermato sotto la nostra finestra e ha gridato:” Hai bisogno di aiuto? ” Ricordo che lui ha bussato alla porta, chiedendomi se poteva fare qualcosa … A un certo punto è arrivato un altro vicino. Questi due uomini hanno praticato il massaggio cardiaco a Sloan per 20 minuti “.

Quando sono arrivati i paramedici purtroppo la situazione non è cambiata: “Un paramedico è sceso nel corridoio dopo quasi 30 minuti e si inginocchiato davanti a me” – continua Jordan nel suo post di Facebook – “Mi ha messo la mano sul ginocchio e mi ha detto piano: ” È andato via “. Mi ha chiesto se volevo vederlo e mi sono avvicinata al salotto: c’era ancora il suo piccolo corpo sotto una delle coperte , ho tolto la coperta dal viso e sono crollato su di lui singhiozzando”.

Dato che inizialmente Jordan non aveva detto quale fosse la causa della morte del piccolo, in molti antivaccinisti le hanno scritto per sollevare il dubbio che fosse dovuta ad un vaccino. A loro Jordan rivolge queste parole:

A coloro che continuano a commentare e inviare messaggi che cercano di biasimare i vaccini per la morte di nostro figlio – stop”, ha dichiarato DeRosier nel suo post di Facebook. “Inizialmente, non avevo voluto spiegare le circostanze dettagliate della sua morte, a causa del mio senso di colpa e della paura della condanna da parte degli altri, ma non permetterò a nessuno di cercare di trovare la causa in ciò che non centra niente”. 

Per favore non mettere i tuoi bambini a letto con una copertaPer favore, aveva 7 mesi, pensavo che andasse bene con la coperta perché sapeva strisciare, stava da solo e si arrampicava…. MAI, non smetterò mai di sentirmi responsabile, sapendo  che cosa avrei potuto fare diversamente. Per favore imparate dal mio errore”. 

L’Accademia Americana della Pediatria rivela infatti che aggiungere oggetti nella culla può essere pericoloso anche dopo i 4 mesi e che più della metà dei bambini americani dorme in letti non sicuri.

E voi unimamme sapevate di questo rischio?

Intanto vi lasciamo con il sonno nei bambini e le abitudini sbagliate che possono scaturire dalle pubblicità. 

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta