Monnalisa Touch: il laser per tornare a fare sesso dopo il parto

Episiotomia e le lacerazioni possono impedire il ritorno ad una vita sessuale soddisfacente dopo il parto. Un laser può aiutare e risolvere!

Monnalisa Touch

Riprendere a fare sesso dopo la nascita di un bambino può a volte (tranne per Belen che aveva dichiarato di aver ripreso senza aspettare i 40 giorni del puerperio) diventare un’impresa titanica: un po’ per la stanchezza, un po’ per il cambiamento che la vagina ha subìto.

L’episiotomia a cui si può essere state sottoposte per agevolare l’uscita del bambino può infatti non essere guarita perfettamente e le lacerazioni possono provocare dolore e fastidio, tanto da limitare il numero dei rapporti sessuali.

Se igiene intima corretta, cicli di auto massaggi o di fisioterapia e terapie a base di creme e gel lubrificanti non bastano, si può ricorrere ad un laser il MonnaLisa Touch, inventato dal professor Maurizio Filippini, Responsabile del Modulo Funzionale di Endoscopia Ginecologia dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino: il laser agisce sui tessuti stimolando la produzione di collagene, andando a ristabilire il corretto equilibrio delle mucose.   

Il professor Filippini ha dichiarato al sito Italiasalute.it di aver sottoposto al trattamento una serie di donne con problemi sessuali:

In particolare, ho sottoposto a terapia MonnaLisa Touch tre pazienti che ad un anno di distanza dal parto non riuscivano più ad avere una soddisfacente vita di coppia. Le pazienti lamentavano forte dolore in sede di pregressa cicatrice episiorrafica e dispareunia soprattutto a livello dell’introito. A distanza di alcuni mesi dalla terapia, tutte e tre le pazienti hanno manifestato un netto miglioramento della sintomatologia soggettiva. Una signora, grazie alla terapia, è rimasta anche gravida, in quanto solo dopo l’applicazione laser è riuscita ad avere nuovamente rapporti sessuali con minimo dolore, cosa che prima riferiva impossibile anche solo pensare”

Si tratta di un problema piuttosto diffuso, ma di cui non si parla molto perché le donne hanno difficoltà a riferirne al proprio medico o al proprio partner. La soluzione potrebbe da oggi essere a portata di mano.

E a voi unimamme è successo? Fareste ricorso al laser per risolvere tale problema?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta