Morirai entro 5 anni? Basta un test del sangue

E’ quanto sostiene un gruppo di ricercatori europei in seguito ad uno studio condotto su oltre 17.000 persone.

esame del sangueSiete curiosi di sapere se tra cinque anni ci sarete ancora? Ora è possibile soddisfare la vostra curiosità.

Un gruppo di ricercatori europei ha infatti condotto uno studio su più di 17 mila persone di origine estone e finlandese, pubblicato sulla rivista Plos Medicine, in seguito al quale siano stati rilevati 4 biomarcatori (indicatori biologici) nel sangue capaci di scoprire il rischio di mortalità a causa di problemi cardiaci o tumorali.

Il test, già definito Death test (test della morte) si basa sulle seguenti quattro molecole presenti nel sangue (bioindicatori):

  • l’albumina, della quale parametri alterati indicano presenza di malattie del fegato o del rene
  • l’Alfa 1-glicoproteina acida, i cui valori aumentano in presenza di cancro
  • il citrato, indispensabile per il metabolismo e, quindi, malattie dovute a disfunzioni alimentari
  • le particelle lipopotreiche a densità molto bassa (Vldl), la cui presenza fuori dal range previsto indica malattie cardiache.

Questi parametri si alterano in presenza di alcune malattie che, se non diagnosticate e curate, portano alla morte ma, chiaramente, non ne sono la causa.

Tanti sono scettici perché in realtà non è stato scoperto niente di nuovo se non che, in presenza di determinate malattie, alcune sostanze presenti nel sangue subiscono una notevole alterazione.

Si conoscono da sempre i fattori colpevoli della morte prima del tempo:

  • fumo, anche quello passivo
  • sovrappeso,
  • alcol,
  • poca attività fisica,
  • dieta ricca di carboidrati e priva di frutta e verdura.

E allora se vogliamo evitare di morire anzitempo cerchiamo di curare bene il nostro organismo.

E voi, care unimamme, cosa ne pensate?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta