Napoli “vista” con gli occhi di un bambino

Ecco il video denuncia sulla situazione del degrado di Napoli.

.

Si dice spesso che gli occhi di un bambino hanno l’innocenza di chi guarda il mondo senza filtri. Allora quale miglior modo di denunciare la situazione davvero imbarazzante che c’è a Napoli?

Sì, perché una città che si rispetti non dovrebbe avere né carte per terra, né motorini parcheggiati sui marciapiedi, né  ostacoli per chi magari o è in passeggino come i bambini o per chi magari è portatore di handicap. Peccato che l’amministrazione comunale sembri non vedere i problemi di una città stupenda come quella partenopea.

Ci ha pensato allora, come riporta il sito  Young, l’Associazione Oltrecielo ed in modo particolare il videomaker Luigi Scaglione,  capo di questa casa di produzione indipendente nata a Venezia, ma trapiantata a Napoli.

L’idea di Scaglione è molto semplice: posizionare una telecamera nascosta su un passeggino dove è seduta la sua bambina di due anni che fa da voce narrante a questa “educativa” gita per le strade della capitale partenopea. Passeggiando per le vie del centro la telecamera ha ripreso i tantissimi atti di inciviltà che si consumano ogni giorno. C’è di tutto per queste strade: addirittura un quad parcheggiato sul marciapiede! E il bello è che il proprietario ci è seduto sopra per poter parlare meglio con una persona all’interno di un negozio!

Ma non è finita qui! Per strada ci sono:

  • commercianti abusivi
  • bancarelle altrettanto abusive
  • macchine parcheggiate sulle strisce pedonali.

Insomma, una zona davvero invivibile. Non aggiungo altro, perchè il video va visto:

 

 

Che dite? E’ abbastanza spaventoso? Avete visto di peggio? Raccontatecelo!

 

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta