Neonata abbandonata perché malata cerca una famiglia

La storia di una neonata abbandonata in ospedale che cerca una famiglia che la adotti può insegnare come salvare una vita

neonata abbandonata

Care unimamme, ci sono storie che raccontiamo, seppur tristi, e lo facciamo sia perché meritano di essere raccontate, sia perché la speranza è davvero l’ultima a morire.

La storia ha luogo in Italia, in Sicilia.

Neonata, abbandonata in ospedale, cerca genitori adottivi

A Trapani, nell’ospedale di Sant’Antonio Abate, si trova una neonata che è al momento “figlia” di medici e infermieri che l’hanno curata sin dalla nascita.

Questa bambina è stata infatti partorita in ospedale, ma poi i genitori non l’hanno voluta riconoscere perché affetta da una patologia genetica.

Nonostante la tristezza del rifiuto, bisogna comunque riconoscere alla mamma il fatto che abbia scelto di “salvarla”, di farla nascere al sicuro, in ospedale, e scegliendo il parto in anonimato, ha deciso di lasciarla in adozione.

Infatti Anna è in attesa di essere adottata: il tribunale dei minori una volta individuata una famiglia adottiva, la segnalerà ai servizi sociali . Speriamo che questo avvenga il prima possibile.

Nel frattempo la piccola Anna è comunque amata e coccolata da tutto il personale sanitario del reparto, ed è stata anche battezzata dal cappellano dell’ospedale, alla presenza dei tanti “mamma e papà” che le vogliono bene, come si legge sul sito dell’Aibi.

Una storia quindi triste ma comunque piena di speranza e di insegnamento per tutte quelle donne che decidono di abbandonare i figli, come è successo recentemente a Trieste, dove una bambina nata da una baby-mamma di 16 anni è purtroppo morta.

E voi unimamme che ne pensate? Siete a conoscenza di come funziona il parto in anonimato?

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta