Orrore: neonata messa in vendita su ebay a 5000 euro, la polizia indaga(FOTO)

Un caso di cronaca da orrore: due genitori indagati per aver messo in vendita su ebay la loro bimba di 40 giorni.

traffico di neonatiEra già successo che una mamma avesse postato su Facebook una foto che ritraeva i suoi due piccoli legati tra di loro e con le bocche incerottate sotto la quale si leggeva “sono in vendita scontati”. La notizia, chiaramente, aveva suscitato rabbia e stupore tra tutti coloro che ne erano venuti a conoscenza. La mamma si giustificò dicendo che si trattava di un semplice scherzo per il quale non aveva considerato le conseguenze. Quello che è successo, invece, negli ultimi giorni ha ancor più dell’assurdo.

Neonata messa in vendita su ebay: indagati i genitori

L’annuncio è rimasto sulla bacheca di ebay per circa mezz’ora prima che venisse rimosso dagli amministratori in seguito alle numerose segnalazioni fatte dagli utenti. Sotto diverse foto, in una delle quali si vedeva una bimba con i capelli scuri a pancia in giù, avvolta in una tutina bianca con i cuori rossi, si leggeva “In vendita bambina di 40 giorni di nome Maria, richiesti 5 mila euro”.

A mettere tale annuncio sembrerebbe una coppia di rifugiati che vive a Duisburg, nell’ovest della Germania, come si legge su Stern.

bambina-in-venditaNon è ben chiaro chi abbia effettivamente fatto l’inserzione poiché il computer utilizzato è alla mercé di tutti coloro che vivono nella stessa abitazione. La Polizia ha allertato chi di competenza i quali hanno deciso di affidare, anche se solo momentaneamente, la bimba ai servizi sociali. I genitori sono stati posti a interrogatorio. Le indagini sono ancora in corso per indagare su un eventuale traffico di esseri umani.

Dopo aver eliminato l’annuncio da eBay e aver denunciato i genitori alla polizia, attraverso il portavoce Pierre Du Bois, ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto un sacco di lamentele da parte degli utenti e abbiamo subito indagato sulla questione. In questi casi forniamo alle autorità tutte le informazioni a nostra disposizione. Abbiamo un team specializzato che si occupa di monitorare tutti gli annunci per evitare che ci siano situazioni del genere. Le nostre squadre sono appositamente addestrate per tracciare questi casi e agire rapidamente. Non sappiamo se si tratti di uno scherzo o meno, ma qualcuno dovrà risponderne”.

Un altro caso assurdo di cui non avremmo mai voluto leggere.

Purtroppo il traffico di esseri umani non è un reato poco comune. Spesso coinvolge i genitori, ma anche altri familiari o malviventi esterni alla famiglia che non si fanno scrupoli e decidono di vendere i bambini a fronte di un immediato guadagno. E’ ciò di cui abbiamo più volte parlato raccontando ad esempio delle fabbriche di bambini in Cina o in India.

E voi unimamme come vi sareste comportate nello scoprire un annuncio del genere?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta