Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Agnese

Oggi si festeggia Agnese: scopriamo insieme le origini e il significato di questo bel nome.

AgneseCare unimamme, oggi festeggiamo Agnese, nome ampiamente diffuso in tutta Italia che deriva dal termine agnes, forma latinizzata del nome greco antico Αγνή (Agne), basato sull’aggettivo γνός (agnòs, “sacro”), significa “pura”, “casta”. Il nome venne successivamente associato al termine latino agnus, “agnello”.

Chi porta questo nome ha un animo sensibile, sereno e tranquillo. Niente e nessuno riesce a provocarle turbamento, anzi, al contrario, Agnese riesce sempre a trovare il lato positivo in ogni avvenimento negativo che le accada. È una persona precisa, ordinata e tiene alla cura della sua persona. Adora l’arte ed è altruista. È un’ottima madre di famiglia, sempre pronta e accorta alle necessità dei suoi componenti.

Varianti del nome:

  • Ines
  • Agnes

Varianti al maschile:

  • Agnesio

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 10
  • colore: verde
  • pietra: smeraldo
  • metallo: mercurio

Per quanto riguarda il santo, il 21 gennaio si festeggia Sant’Agnese (Roma, 293 – Roma, 21 gennaio 305); molte e contrastanti sono le notizie circa Agnese, ma, la più accreditata sembra sia quella che racconta che Agnese nacque a Roma, da genitori cristiani, in una illustre famiglia patrizia, appartenente alla gens Clodia. Quando era appena dodicenne, ci fu la persecuzione dei cristiani sotto l’impero di Diocleziano e lei, che aveva decido di offrire la sua verginità al Signore, rifiutò la corte del figlio dell’allora prefetto di Roma che, respinto, la denunciò come cristiana.

Provarono ad ucciderla più volte ma la bimba era protetta dal Signore. Fu esposta nuda al Circo Agonale, nei pressi dell’attuale Piazza Navona; un uomo cercò di avvicinarla per ucciderla ma morì prima di poterla toccare. Fu gettata nel fuoco e questo si spense per le sue preghiere. Fu, allora, trafitta con un colpo di spada alla gola, così come venivano uccisi gli agnelli. Per questo motivo è raffigurata spesso con na pecorella o un agnello.

Vi abbiamo convinte a chiamare vostra figlia Agnese? Sarà sicuramente una bimba piena di ottime qualità

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta