Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Giovanni

Oggi si festeggia Giovanni: un nome semplice ma importante.

giovanni

Un nome bello e importante per il vostro bambino è Giovanni, che si festeggia oggi.

Di derivazione ebraica, significa letteralmente “Dio ha avuto misericordia (o grazia)” o “Dono di Dio”.

In antichità, il nome Giovanni veniva imposto ad un figlio lungamente atteso e nato quando ormai i genitori avevano perso la speranza di essere rallegrati dalla nascita di un bimbo.

Le varianti maschili sono:

  • Gino
  • Giovannino
  • Gianni
  • Gianpaolo
  • Gianfranco
  • Giannetto
  • Giannino
  • Gianmatteo

Al femminile, invece, abbiamo:

  • Giovanna
  • Gina
  • Gianna
  • Giovannina
  • Giannina
  • Giannangela

Chi porta questo nome è una persona egoista e competitiva ma anche molto simpatica, coraggiosa e preferisce la carriera alla vita affettiva.

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 5
  • colore: giallo
  • pietra: topazio
  • metallo: oro

Il Santo del giorno

Parlando del Santo, invece, il 23 ottobre si festeggia San Giovanni da Capestrano.

Nato a Capestrano, vicino all’Aquila, nel 1386, essendo figlio di un barone tedesco, ma da madre abruzzese, veniva chiamato “Giantudesco”.

Si laureò a Perugia e divenne un ottimo giurista tanto che Ladislao di Durazzo lo fece governatore di quella città.

Fu imprigionato quando la città fu occupata dai Malatesta. In carcere ebbe luogo la sua conversione. Una volta libero, fece annullare il suo matrimonio e prese i voti nel convento francescano di Assisi.

La sua predicazione era volta al rinnovamento dei costumi cristiani ed a combattere l’eresia e l’usura praticata dalla maggior parte degli ebrei. Era estremamente zelante nel convertire gli eretici.

Nel 1456 fu incaricato dal Papa, insieme ad alcuni altri frati, di predicare la Crociata contro l’Impero Ottomano che aveva invaso la penisola balcanica. Aveva settant’anni, nel 1456, quando si trovò alla battaglia di Belgrado. Entrò nelle schiere dei combattenti, dove era più incerta la sorte delle armi, incitando i cristiani ad avere fede nel nome di Gesù. Per undici giorni e undici notti non abbandonò mai il campo. Ma questa doveva essere la sua ultima fatica di combattente.

Morì il 23 ottobre di quell’anno.

Il suo culto come beato fu confermato nel 1650 e fu poi canonizzato nel 1690 da papa Alessandro VIII.

Avete abbastanza informazioni sul nome Giovanni?

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta