Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Marco

Marco, tutto ciò che c’è da sapere su questo classico dei nomi.

festeggia marcoLa mascolinità e virilità sono elementi chiave per l’autostima di un uomo e se volete far sì che il vostro bimbo parta subito con il piede giusto non c’è scelta migliore di chiamarlo Marco.

Uno dei nomi più diffusi e più antichi della Penisola affonda le sue stesse radice nell’idea di maschio vigoroso: dalla radice mar, comune ai popoli italici, deriva il sostantivo mas, maris, ‘maschio, virile’, non a caso base anche del nome del Dio della guerra, Marte, a cui inizialmente era devoto chi portava il nome Marcus.

L’appellativo spopolava letteralmente ai tempi dell’Antica Roma ma con l’avvento della cristianità non ha certo perso il suo fascino. Grazie all’evangelista Marco il nome ha infatti continuato a far furore, e il santo patrono di venezia, San Marco, ne è una chiara testimonianza.

Del resto come non amare chi porta questo nome? Persone gioviali, sempre sorridenti, affidabili e fedeli: Marco sa bene come scegliere gli amici, persone con cui esternare la sua natura schietta e dalle quali potersi aspettare altrettanto.

Varianti maschili:

  • Marc o Mark
  • Marcolino
  • Marchetto
  • Marcuccio

Varianti femminili, esistono seppur rare:

  • Marca
  • Marcolina
  • Marchetta
  • Marcuccia

Circa i simboli abbiamo:

  • Numero fortunato: 7
  • Colore: Rosso
  • Pietra: Rubino
  • Metallo: Ferro

Ma perché ricordiamo oggi questo nome? Solitamente l’onomastico di Marco viene festeggiato il 25 aprile, in onore appunto del santo patrono della laguna.

Il 5 novembre però si ricorda San Marco di Atina – Vescovo, uno dei discepoli dell’apostolo Pietro, consacrato vescovo da lui stesso e inviato a diffondere la fede nell’Italia centrale. Morì martire sotto Domiziano ad Atina, nel 96 d.C..

Siete convinti allora che questo sia un nome valido per il vostro cucciolo?

Firma: Francesca Testa

Notizie Correlate

Commenta