Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Matteo

Oggi si festeggia San Matteo, un nome un dono!

matteoState per diventare mamme di un maschietto e non sapete ancora come chiamarlo?

Matteo, è sicuramente uno dei nomi maschili più diffusi in Italia negli ultimi anni. Deriva dall’ebraico Matithya, composto da matag, “dono, regalo”, e da Yah, abbreviazione di yahweh, che significa “dono di Dio”. In greco divenne Maththaios e in latino Mattheus e Matthias.

Chi porta questo nome ha una personalità poliedrica e sa come comportarsi in ogni occasione. Di natura pacifista, non impone mai le proprie decisioni, è altruista e generoso con gli altri.

I simboli sono:

  • numero fortunato: 7
  • colore: giallo
  • pietra: topazio
  • metallo: rame

Alcune varianti maschili sono:

  • Mattia
  • Maffeo
  • Mazzeo

Il nome Matteo si presta anche ad alcuni composti come Gianmatteo.

Le varianti femminili, invece, sono:

  • Mattea
  • Matteina

Santo del giorno: San Matteo

Per quanto riguarda il Santo, il 21 settembre si festeggia San Matteo in ricordo di San Matteo Levi, evangelista. Il santo è patrono di

  • banchieri,
  • bancari, 
  • doganieri, 
  • Guardie di Finanza, 
  • cambiavalute, 
  • ragionieri, 
  • esattori
  • città di Salerno, di Nichelino (TO) e di Asiago.

San Matteo nacque a Levi, di professione esattore delle tasse, fu chiamato da Gesù ad essere uno dei dodici apostoli. La categoria cui apparteneva era una delle più odiate dal popolo ebraico, perchè in quanto esattori dovevano pagare all’erario romano le tasse del popolo in anticipo e poi si rifacevano sul popolo appunto, ma maggiorando gli importi, comportandosi come usurai.
La storia dice che Gesù passando a Levi, lo vide dietro al suo banchetto e lo chiamò, e Matteo così, immediatamente, lasciò tutto così e lo seguì.

Secondo la tradizione cristiana è stato l’autore del Vangelo secondo Matteo, in cui lo stesso viene chiamato anche Levi o il pubblicano.

San Matteo è raffigurato anziano e barbuto, ha come emblema un angelo che lo ispira o gli guida la mano mentre scrive il Vangelo. Spesso ha accanto una spada, simbolo del suo martirio. del quale però non vi è storia.

Allora unimamme, siete più convinte di voler chiamare il vostro bambino Matteo?

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta