Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Sergio

Scopriamo insieme la vita di San Sergio di Cesarea e le caratteristiche di chi porta il suo nome.

sergioCare unimamme, oggi festeggiamo Sergio, nome molto diffuso soprattutto nel nord Italia, che deriva dal gentilizio latino Sergius, nome della Gens Sergia alla quale appartenne Lucio Sergio Catilina di origine etrusca discenderebbe da servare e significherebbe “salvare”, “custodire”, “curare” e significa quindi “curatore”, “guardiano”.

Chi porta questo nome è una persona molto simpatica, molto ricercato dagli amici. È una persona gelosa dei suoi affetti e tende, a volte, ad esagerare diventando molto possessivo. Riesce a raggiungere le mete che si prefigge e non si arrende se incontra ostacoli.

Varianti del nome:

  • Sergino

Varianti al femminile:

  • Sergia
  • Sergina

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 9
  • colore: rosso
  • pietra: rubino
  • metallo: rame

Per quanto riguarda il santo, il 24 febbraio, si festeggia Sergio di Cesarea, o Sergio di Cappadocia, vissuto nel IV secolo. Nasce a Fabriano, in una famiglia di modeste condizioni, da Bernardo Servoli. A 15 anni entra nell’Ordine Domenicano e, dopo pochi anni, diventa Frate Predicatore. Nella città di Ascoli Piceno, dove è Priore restaura il convento di S. Domenico e dà nuova vita agli studi religiosi e alla disciplina. Muore qui il 24 febbraio del 1481 e il suo corpo viene trasportato a Fabriano, sua città natìa, nella Chiesa di San Pietro Martire.

Famoso è il suo supplizio subito quando il governatore dell’Armenia e della Cappadocia, Sapricio, ospite nella città di Cesarea, ordina di convocare tutti i cristiani della città per costringerli a rinnegare la propria religione. Sergio in mezzo alla folle fa spegnere, miracolosamente, tutti i fuochi accesi per i sacrifici verso gli Dei e questo avvenimento è interpretato come monito da parte loro. Sergio si fa avanti, invece, per sostenere che è volontà di Dio e, condotto davanti all’imperatore è condannato alla decapitazione che viene eseguita immediatamente, il 24 febbraio. Il capo di Sergio raccolto dai cristiani è stato sepolto in casa di una pia donna.

Se hai deciso di chiamare tuo figlio con il nome di questo vogliamo augurargli lo stesso coraggio nel difendere le sue idee. Buon onomastico!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta