Nomi, significati e onomastico: oggi si festeggia Placido

Oggi si festeggia Placido: un nome pacifico, umile ma allo stesso tempo importante.

bambino baciatoNon avete idea di come chiamare il vostro bambino? Niente paura perché Placido, il nome che si festeggia oggi potrebbe essere quello giusto per voi.

Di origine latina, deriva da Placidus, che vuol dire letteralmente “placido”, “calmo”, “tranquillo”. Chi porta il nome Placido ama la natura, le piante, gli animali e la terra. Si accontenta con poco, è ospitale ed è sempre disponibile ad ascoltare o aiutare chi ne ha bisogno.

Le varianti maschili sono:

  • Placidio
  • Placidinio

Al femminile, invece, abbiamo:

  • Placida
  • Placidia
  • Placidinia

I simboli sono:

  • numero fortunato: 1
  • colore: verde
  • pietra: smeraldo
  • metallo: argento

Il Santo del Giorno: San Placido

Placido si festeggia il 5 ottobre in onore di San Placido, monaco benedettino di Messina, martirizzato dai Saraceni nel 522. La sua vita è avvolta dal mistero. Sicuramente fu, insieme a Mauro, uno dei più noti discepoli di San Benedetto, anche se Placido era poco più che un fanciullo quando cominciò a seguirlo.

A Placido, oltre che a Mauro, si deve un celebre episodio miracoloso narrato da San Gregorio Magno nei suoi Dialoghi. Un giorno, mentre Benedetto era nella sua cella, il giovane Placido si recò al lago per attingere l’acqua. All’improvviso perse l’equilibrio e cadde nel lago dove la corrente lo trasportò lontano dalla riva.

Benedetto, nella sua cella, conobbe per rivelazione l’accaduto e ordinò a Mauro di correre in soccorso di Placido. Il confratello si precipitò al lago e correndo sull’acqua raggiunse Placido fino a trarlo in salvo. Soltanto quando giunse sulla riva, Mauro si voltò indietro e si accorse di aver camminato sull’acqua come San Pietro sul lago di Tiberiade.

In quest’episodio è contenuto tutto ciò che si sa sulla vita di San Placido che deve la sua gloria e la sua santità alla fama del grande San Benedetto.

Infine, San Placido venne trasformato in Martire alla fine dell’X1 secolo. Un fantasioso biografo compose infatti un falso racconto della sua Passione, sofferta in Sicilia, per opera dei Saraceni. Le sue presunte reliquie sono conservate nella Chiesa di san Giovanni di Malta a Messina.

Per concludere, San Placido è patrono di:

  • novizi benedettini
  • Messina
  • Biancavilla
  • Castel di Lucio
  • Poggio Imperiale

Allora, siete pronti a chiamare il vostro bambino Placido, un nome umile, pacifico e un poco misterioso?

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta