Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Casimiro

Conosciamo le caratteristiche di chi porta questo nome e la breve vita di San Casimiro…

casimiroCare unimamme, oggi festeggiamo Casimiro, nome di origine polacco che deriva dal termine Kazimierz e significa “colui che porta pace”.

Chi porta questo nome è serio e preciso. È calmo, tranquillo e a volte timido. Non ama stare al centro dell’attenzione ed è molto ricercato dagli amici. In amore rispetta la sua metà e la considera il centro del suo mondo ma se tradito non perdona. Ama la libertà e la sua energia è contagiosa.

Varianti del nome:

  • Casimirro

Varianti al femminile:

  • Casimira.

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 6
  • colore: blu
  • pietra: zaffiro
  • metallo: ferro

Per quanto riguarda il santo, il 4 marzo, si festeggia San Casimiro (Cracovia, 3 ottobre 1458 – Grodno, 4 marzo 1484).

Casimiro nasce nella nobile famiglia dinastica dei Jagelloni, nel palazzo reale Wawel, è il terzo dei tredici figli del re di Polonia di Casimiro IV e della regina Elisabetta d’Austria, figlia di Alberto II d’Asburgo re di Boemia, d’Ungheria nonché Re dei Romani nel Sacro Romano Impero.

A nove anni riceve l’educazione da Giovanni Dlugosz, storiografo e canonico di Cracovia, e da Filippo Buonaccorsi, meglio conosciuto come Callimachus. A tredici anni gli viene offerto di salire sul trono d’Ungheria, nella fazione opposta al Re in carica Mattia Corvino ma quando l’allora Papa Sisto IV si dichiara contrario a questa incoronazione per non aumentare le già tante tensioni, egli ritorna nella sua terra natìa, dove il padre lo indirizza verso la politica della Confederazione polacco-lituana e sugli affari pubblici del regno. Quando il fratello Ladislao sale sul trono boemo, Casimiro viene designato erede per il trono polacco.

Nel 1479 il Re Casimiro IV si reca in Lituania per restarci 5 anni e lascia il figlio al potere in Polonia, che amministra con saggezza ed equilibrio e rifiuta il matrimonio combinato con la figlia dell’Imperatore Federico III.

Casimiro è molto religioso e spesso pratica digiuni prolungati che indeboliscono il suo fisico già cagionevole si ammala di tubercolosi e muore nel 1484, all’età di 25 anni nella città di Grodno, in Lituania. Le sue spoglie vengono sepolte nella cattedrale di Vilnius dove, ancora oggi, vengono venerate e dove si verificano moltissimi miracoli.

Nel 1602 è proclamato Santo da Papa Clemente VIII.

Nel 1636 Papa Urbano VIII proclama Casimiro patrono della Lituania.

Papa Pio XII nel 1948 lo nomina patrono speciale dei giovani.

Nel 1907 viene fondata a Scranton la congregazione delle Suore di San Casimiro, per l’assistenza agli emigrati lituani.

Ti abbiamo convinta a chiamare tuo figlio come questo illustre personaggio? Buon onomastico!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta