Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Desiderio

Leggiamo il significato di questo nome, le caratteristiche di chi si chiama così e la vita del Santo protagonista del miracolo della cefaloforia, ovvero di raccogliere la testa mozzata con le proprie mani subito dopo il martirio

desiderioCare unimamme, oggi festeggiamo Desiderio, nome non molto diffuso sul territorio italiano, che deriva dal tardo nome latino Desiderius, che vuol dire semplicemente “desiderio”. Etimologicamente, il termine desiderius si basa su desiderare, il cui significato originale è forse “aspettare ciò che porteranno le stelle”, da de sidere, “delle stelle”.

Con questo nome venivano chiamati i bambini a lungo attesi.

Chi porta questo nome è una persona sportiva e amante della natura. A Desiderio piacciono i lavori manuali per i quali occorre molta pazienza, dote che non gli manca. È una persona concreta e realista, vive il presente non temendo il futuro. È un ottimo padre e un marito rassicurante e presente, con lui è facile affrontare le avversità della vita.

Varianti del nome al maschile:

  • Desiderino
  • Derio
  • Derino
  • Desi

Varianti del nome al femminile:

  • Desideria
  • Derina
  • Deria
  • Desi

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 4
  • colore: giallo
  • pietra: granato
  • metallo: bronzo

Il Santo del giorno: Desiderio

Per quanto riguarda il santo, il 23 maggio, si festeggia Desiderio di Langres, un vescovo italiano vissuto nel IV secolo.

Molto poco si conosce di Desiderio se non che è il terzo vescovo di Langres, in Francia. Atanasio di Alessandria, nei suoi scritti, lo indica come partecipante al Concilio di Sardica del 343, dove si conferma la fede nicena contro Ario che nega la divinità di Dio.

Durante l’invasione tedesca nel 355 Desiderio viene decapitato dai Vandali, immolato per salvare il suo popolo. Subito dopo si verifica il fenomeno miracoloso della cefaloforia (dal greco kefalos, “testa”, e foreo, “portare”) in seguito al quale il corpo del martire raccoglie la propria testa mozzata reggendola tra le mani e rientra nella città di Langres.

Desiderio è il santo patrono di:

  • insegnanti,
  • pensionati e
  • contadini.

Unimamma, se hai deciso di chiamare tuo figlio come questo uomo immolato per salvare il suo popolo vogliamo augurargli il suo stesso altruismo. Buon onomastico!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta