Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Edoardo

Conosciamo meglio la vita del Re Edoardo II d’Inghilterra, meglio noto come Edoardo il Martire, e le caratteristiche di chi porta questo nome importante

edoardo Care unimamme, oggi festeggiamo Edoardo, nome molto diffuso, che deriva dal nome anglosassone Eadweard, composto da “ead”, proprietà”, “ricchezza” o ricco”, “benedetto”, e werd, guardiano”. Può essere interpretato come difensore del proprio retaggio e custode dei beni.

Chi porta questo nome è una persona sensibile e attenta ai bisogni delle persone a cui vuole bene. Ha un carattere deciso, volitivo e socievole. Si impegna in tutto quello che fa ottenendo sempre ottimi risultati.

Varianti del nome:

  • Eduardo
  • Odoardo
  • Adoardo

Varianti al femminile:

  • Edoarda
  • Eduarda
  • Odoarda

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 5
  • colore: rosso
  • pietra: rubino
  • metallo: oro

Per quanto riguarda il santo, il 18 marzo, si festeggia Sant’Edoardo II d’Inghilterra, conosciuto anche come Edoardo il Martire (962 – 18 marzo 978).

Edoardo succede al padre Edgar d’Inghilterra nel 975, dopo la sua morte, anche contro le rimostranze della matrigna che pretende che il figlio Etelredo diventi Re.

Secondo quanto giunto a noi  Edoardo è un giovane devoto a Dio e alla Chiesa ed è generoso con i poveri.

Quando sale al trono, purtroppo, una brutta carestia sconvolge il regno e molti nobili nominati tali dal padre Edgar sferrano attacchi verso i monasteri costringendo i monaci a fuggire, il Re Edoardo, però, si schiera a favore di questi ultimi suscitando le ire dei nobili che lo contestano a favore del fratello Etelredo.

Il 18 marzo, mentre sta prendendo parte a una battuta di caccia va a trovare il suo fratello minore Etelfredo, di 10 anni, che vive in compagnia della matrigna Elfrida nel Castello di Corfe Castle la quale gli serve da bere una tazza di idromele mentre è ancora in sella al suo cavallo per distrarlo e farlo uccidere.

La leggenda vuole che il corpo del Re ferito a morte scivola dalla groppa del cavallo ma un piede resta impigliato in una staffa e si libera solo mentre il cavallo imbizzarrito attraversa un torrente, che sembra avere da quel giorno proprietà terapeutiche.

Edoardo è proclamato Santo dal concilio inglese nel 1008, presieduto dall’arcivescovo di Canterbury e il fratello Re Etelredo ordina di festeggiarlo in tre giorni diversi, il 18 marzo, il 13 febbraio e il 20 giugno.

Molti i miracoli attributi alla sua intercessione avvenuti proprio davanti alla tomba di Sant’Edoardo, comprese le tante guarigioni di ciechi e di lebbrosi.

Se hai deciso di chiamare tuo figlio come questo nobile di stirpe e d’animo noi gli auguriamo la stessa nobiltà. Buon onomastico.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta