Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Giuseppe

Oggi festeggiamo Giuseppe! Alcune informazioni sul significato del nome e sulla figura di San Giuseppe.

giuseppe

Oggi 19 marzo è la Festa del Papà, ma non solo! Se, care unimamme, volete trovare un nome per il vostro bambino, cosa ne direste di Giuseppe, santo patrono di questa giornata?

Il nome deriva dall’ebraico Yoseph o Josef e significa “accresciuto da Dio” o “Dio aggiunga (in famiglia)” ed è il nome maschile più diffuso in Italia.

Tra le varianti troviamo:

  • Bepi,
  • Beppe,
  • Pinuccio,
  • Geppe,
  • Geppino,
  • Peppe,
  • Peppino,
  • Pino

Al femminile invece fa:

  • Giuseppa,
  • Giuseppina,
  • Pinuccia,
  • Pina,
  • Nuccia,
  • Giusy.

simboli associati sono:

  • Numero fortunato: 1
  • Colore: Rosso
  • Pietra: Rubino
  • Metallo: Ferro

Parliamo ora del Santo: Giuseppe, come Maria, era discendente della casa di Davide e faceva il falegname. Intorno alla sua figura abbiamo molte informazioni tratte dai vangeli apocrifi, anche se alcune personalità come San Agostino e San Girolamo ne presero le distanze.

Si narra ad esempio che il bastone secco che lo accompagnava divenne improvvisamente fiorito quando era in lotta con altri pretendenti per sposare Maria.

Egli è inoltre patrono della Chiesa universale, avendo guidato e custodito la Sacra Famiglia, grazie a dei sogni nei quali riceveva messaggi del Signore attraverso gli angeli.

Esempio di paternità, fu sempre accanto a Gesù: dalla culla alla morte, infatti spirò tra le sue braccia. Motivo per cui da secoli è anche venerato come patrono della buona morte, e non solo come patroni dei padri di famiglia perchè “sublime modello di vigilanza e provvidenza”.

La tradizione  vuole inoltre che sia protettore in maniera specifica di:

  • falegnami,
  • ebanisti
  • carpentieri,
  • pionieri,
  • senzatetto,
  • dei Monti di Pietà e relativi prestiti su pegno.

Molte sono le sue reliquie sparse per varie chiese:

  • nella chiesa di Notre-Dame di Parigi ci sarebbero gli anelli di fidanzamento, il suo e quello di Maria;
  • Perugia possiederebbe il suo anello nuziale;
  • nella chiesa parigina dei Foglianti si troverebbero i frammenti di una sua cintura,
  • ad Aquisgrana si espongono le fasce o calzari che avrebbero avvolto le sue gambe
  • i camaldolesi della chiesa di S. Maria degli Angeli in Firenze dichiarano di essere in possesso del suo bastone.

Insomma, mamme, convinte della bontà del nome?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta