Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Isidoro

Conosciamo meglio il significato di questo nome, molto usato nella penisola iberica, dove si è diffuso grazie da due importanti testimoni e fautori della storia sia religiosa che culturale spagnola.

Happy baby

Care unimamme, oggi festeggiamo Isidoro. Questo nome deriva dal greco “Isidoros“, che composto dai termini “Isis” e “doron“, significa “dono di Iside“. Isis è infatti la traslazione greca proprio della dea Iside, simbolo  della grande civiltà egiziana e moglie di Osiride, protettrice della maternità e della fertilità.  Vi facciamo notare come la radice “doron” invece, sia molto comune nei nomi di provenienza greca, ad esempio Eliodoro, Teodoro…  proprio a indicare il significato di dono.

Questo nome molto usato nel periodo ellenistico, si è diffuso in tutto l’Impero Romano resistendo alla cristianizzazione  grazie soprattutto a due santi spagnoli, San Isidoro di Siviglia festeggiato proprio il 4 aprile, e San Isidro(Isidoro) l’agricoltore, patrono di Madrid festeggiato invece il 15 maggio.

Chi si chiama Isidoro ha un carattere taciturno e un pò musone e solitario. E’ una persona molto legato alla famiglia e sopra ogni cosa ai figli. Ha una forte tendenza alla parsimonia e per questo rischia di apparire a volte avaro.

Varianti del nome:

  • Isadoro
  • Isidro
  • Sidoro

Simboli associati al nome

  • numero fortunato:5
  • colore:verde
  • pietra: smeraldo
  • metallo: argento

 

Per quanto riguarda il santo, oggi si ricorda il martire Sant’Isidoro di Siviglia (560 ca – Siviglia, 4 aprile 636).

Isidoro è vescovo proprio della città spagnola durante il dominio dei Visigoti e si distingue per essere un rappresentante principale  del mondo culturale suo contemporaneo. Proprio per questo la chiesa cattolica gli ha dato il titolo  “Dottore della Chiesa“, titolo attribuiscono solo alle personalità religiose che hanno dimostrato in vita particolari doti di illuminazione e riflessione e capacità di divulgazione della dottrina.

Isidoro infatti scrive molte opere e su vari argomenti di carattere culturale e dottrinario :

  • scienza,
  • storia,
  • teologia,
  • morale
  • ed esegesi biblica.  

E’ molto letto durante il medioevo e la sua figura è addirittura menzionata nella Divina Commedia.  Tra le sue opere più importanti ci sono le  «Etimologie».

E’ anche un vescovo zelante molto preoccupato della crescita e maturazione culturale e morale del clero spagnolo. Per questo dedica molto tempo alla formazione dello stesso

Curiosità – è quarto di cinque fratelli, di cui ben quattro sono venerati come santi dalla Chiesa cattolica:

  • Leandro
  • Fulgenzio,
  • Fiorentina
  • e lo stesso Isidoro.

Care unimamme, che ne pensate della storia di questo nome e del suo significato? Vi piace il suo significato ellenico e il suo suono molto spagnolo?

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta