Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Leone

Conosciamo meglio le caratteristiche di chi porta questo nome e la vita di San Leone il Taumaturgo, vescovo di Catania.

LEONECare unimamme, oggi festeggiamo Leone, nome che deriva dal greco λεων (leon), che significa “leone“.

Chi porta questo nome è una persona ricca di qualità, ha coraggio, intuizione e un’intelligenza superiore. È un grande oratore e, spesso, ammalia le persone con la sua dialettica. È un piacere sentirlo parlare. Ama stare al centro dell’attenzione. Negli affetti è protettivo e, a volte, possessivo.

Varianti del nome:

  • Leonio
  • Lionello
  • Leonino
  • Leoncino
  • Leon

Varianti al femminile:

  • Leona
  • Leonia
  • Lionella
  • Leoncina
  • Leonetta

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 1
  • colore: verde
  • pietra: smeraldo
  • metallo: rame

Per quanto riguarda il santo, il 20 febbraio, si festeggia San Leone II, detto il Taumaturgo (Ravenna, maggio 709 – Catania, 20 febbraio 785), vescovo di Catania.

Leone a 22 anni diventa sacerdote in seguito alle persuasioni dei familiari. Dopo un lungo periodo trascorso in un convento benedettino viene nominato arcidiacono dall’allora vescovo di Reggio Calabria. A circa 55 anni, nel 765 diventa vescovo della città di Catania e inizia a combattere l’eresia. L’appellativo Taumaturgo viene dato a Leone in seguito alle sue miracolose guarigioni.

A Leone il taumaturgo è dedicato un Quartiere nella città di Catania.

È grazie a San Leone che un tempio pagano è stato trasformato in chiesa cristiana, dedicata ai santi Quaranta martiri.

È il Santo protettore delle gestanti, quindi ci piace in particolar modo!

Lo si invoca inoltre  per guarire dal torcicollo.

Ti abbiamo aiutato ad avere qualche informazione in merito a questo nome bello e importante? Se si, non ci resta che augurare buon onomastico!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta