Nomi, significati, onomastici: oggi festeggiamo Ugo

Scopriamo le caratteristiche di chi porta questo nome e la vita di Sant’Ugo, vescovo di Grenoble, che lotta contro tutti per difendere la sua fede

ugoCare unimamme, oggi festeggiamo Ugo, nome che deriva dal germanico Hugo (o Huguo, Hugi), basato sul termine hug, “mente”, “spirito perspicace”.

Chi porta questo nome è prudente, riflessivo e pondera ogni passo prima di agire. Ugo sa bene che per raggiungere un obiettivo servono volontà e cervello. In amore è un compagno presente e zelante, non scorda mai le date importanti.

Varianti del nome:

  • Ugolino (soprattutto in Toscana)
  • Uguccione

Varianti del nome al femminile:

  • Uga
  • Ugolina

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 9
  • colore: viola
  • pietra: ametista
  • metallo: mercurio

Per quanto riguarda il santo, il 1° aprile, si festeggia Sant’Ugo di Grenoble, conosciuto anche come Ugo di Chateauneuf (Châteauneuf-sur-Isère, 1053 – Grenoble, 1º aprile 1132), vescovo francese, fondatore dell’Ordine di Chalais.

Ugo nasce nel 1053 e da ragazzo diventa canonico nella Cattedrale di Valence, nel 1080 viene eletto vescovo della città di Grenoble e svolge il suo ufficio combattendo la simonia, ovvero quella pratica con la quale si acquisivano beni spirituali in cambio di denaro, e il nicolaismo, che non ammetteva la divinità di Cristo. Si batte anche per dare ai costumi del clero un aspetto più consono e più morigerato.

Nel 1084 dona a san Bruno il terreno dove viene eretta la prima abbazia dell’Ordine Certosino.

Si scontra contro Ghigo III, conte di Albon, per poter riavere i beni sottratti dagli Albon alla diocesi di Grenoble, raggiungendo un accordo nel 1099, quando Ghigo accetta di restituire alla diocesi i territori contesi in cambio del riconoscimento dell’autorità temporale degli Albon sulla città di Grenoble.

Ugo fondò anche l’Ordine monastico di Chalais.

Viene canonizzato a Pisa da papa Innocenzo II il 22 aprile del 1134.

Sant’Ugo viene invocato contro il pericolo di congestione.

Se hai deciso di chiamare tuo figlio come quest’uomo che ha lottato contro tutti e tutto per poter ottenere ciò che egli riteneva giusto sappi che noi auguriamo al tuo bimbo la sua stessa caparbietà. Buon onomastico!

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta