Nomi, significati e onomastici: oggi si festeggia Francesca

Conosciamo il significato del nome e la storia della famosa Santa Francesca Romana.

FrancescaCare unimamme, oggi festeggiamo una religiosa italiana, Santa Francesca Romana.

Il nome deriva dal latino “Franciscus” e significa “libera“.

Chi porta questo nome tende ad essere sociale, aperta agli altri, metodica e ordinata.

Varianti femminili del nome:

  • Francésca
  • Francísca
  • Cecchina
  • Chicca

Varianti maschili:

  • Franceschino
  • Césco
  • Cecco
  • Ciccio

Simboli associati al nome

  • numero fortunato:4
  • colore: rosso al femminile, blu al maschile
  • pietra: zaffiro
  • metallo: ferro

Il Santo del Giorno

Francesca, nasce nel 1384 da una famiglia nobile a Roma. A 12 anni per volere della famiglia si sposa con il nobile Lorenzo de’ Ponziani dal quale ebbe 3 figli, 2 dei quali persi per via della peste.

All’età di 41 anni diventa oblata della Vergine, pur continuando a vivere con la famiglia.

Di lei si racconta che dedicasse il suo tempo libero a soccorrere poveri e ammalati, in un periodo caratterizzato da saccheggi e guerriglie, e quindi Roma era piena di miserabili. Morta la suocera, il suocero le affida le chiavi delle dispense, dei granai e della cantine della famiglia. Francesca non ci pensa due volte e insieme alla cognata inizia a distribuirne il contenuto ai più bisognosi, fino a svuoltarli del tutto. Il suocero inizialmente si riprende le chiavi, ma dopo pochi giorni questi erano di nuovo pieni, quindi riconsegna le chiavi a Francesca. Decide poi di vendere gioielli e proprietà, e vestita di un comodo abito di stoffa inizia a girare per i vicoli di Roma. Tutti la conoscono e un gruppo di donne inizia a seguirla. Arriva addirittura a chiedere l’elemosina per i poveri più vergognosi fuori dalle chiese, tant’è che inizia ad essere chiamata “la poverella di Trastevere“.

Francesca ha un prete guida spirituale, che raccoglie le sue confidenze in un libro, in cui si racconta delle lotte della santa, dei suoi viaggi mistici, delle estasi e dei prodigi e delle guarigioni che riusciva a compiere e del grande aiuto ricevuto dal suo Angelo Custode, suo prezioso alleato.

Dopo aver perso il marito, si  trasferisce assieme ad altre 9 compagne in una casa comune. Qui diviene guida della congregazione e costituisce’ l’ordine delle Oblate, secondo l’ordine di San Benedetto, il cui monastero è ancora esistente in via del Teatro di Marcello, ai piedi del Campidoglio.

Muore il 9 marzo 1440, e viene canonizzata nel  1608.

E’ oggi considerata:

  • compatrona di Roma,
  • protettrice dalle pestilenze,
  • liberatrice delle anime del Purgatorio
  • e patrona degli automobilisti e delle vedove.

 

Insomma, unimamme, vi è piaciuta la bella storia di questa santa. Convinte del nome?

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta