Nomi, significato e onomastici: oggi si festeggia Loreta

Oggi festeggiamo la Beata Vergine Maria di Loreto: scopriamo insieme la storia e il significato di un nome così elegante.

loreta

Care unimamme, il nome che festeggiamo oggi è dedicato alla mamma di tutte le mamme, ossia a Maria Vergine di Loreto. Oggi, dunque, festeggiamo Loreta visto che l’onomastico di Maria ricorre il 12 settembre.

Il nome riflette il culto della Madonna di Loreto. Loreto è una città italiana, chiamata in latino Lauretana, il cui nome deriva probabilmente da laurus, “alloro”. Loreta, dunque, significa “cinta d’alloro”. Chi porta questo nome è solitamente una persona dolce e molto fortunata.

Le varianti femminili sono:

  • Laurenza
  • Laurentina
  • Lorentina

Al maschile, invece, abbiamo:

  • Loreto
  • Laurenzo
  • Laurentino

I simboli associati al nome sono:

  • numero fortunato: 9
  • colore: verde
  • pietra: smeraldo
  • metallo: oro

Per quanto riguarda il Santo, il 10 dicembre si festeggia la Beata Vergine Maria di Loreto. Agli inizi di maggio del 1291 Nazareth e tutta la Palestina erano dominati dai Turchi selgiuchidi. Secondo la tradizione, alcuni angeli prelevarono la Santa Casa e la portarono in volo. Il 10 maggio 1291 degli angeli lasciarono la casa a Tersatto, nei pressi di Fiume dove fu trovato da un gruppo di boscaioli.

In quel luogo, però, i pellegrini erano spesso preda di ladri e malfattori; così, tre anni e sette mesi dopo, gli angeli ripresero la casa di Nazaret e con essa si alzarono in volo e la posarono nei pressi di Ancona. La Santa Casa restò in quel luogo otto mesi; poi gli angeli la sollevarono nuovamente e la posarono nei pressi di Porto Recanati, in località “Banderuola”. Il luogo, però, era troppo vicino al mare. Inoltre, i malfattori cominciarono a derubare i pellegrini.

Otto mesi più tardi la Casa sarebbe stata nuovamente spostata dagli angeli, su un terreno di proprietà dei due fratelli Simone e Stefano Antici, che però presto iniziarono ad approfittarsi dei pellegrini e poi anche a contendersi i guadagni.

Gli Angeli, così, sollevarono di nuovo in volo la Santa Casa e la posarono, nella notte fra il 9 e il 10 dicembre del 1294, al centro della strada che da Recanati va al suo porto, e dunque in un luogo pubblico, che nessuno avrebbe potuto reclamare e sfruttare. Il luogo scelto si trovava sulla cima di una collina coperta di lauri. Dal termine latino laurus il luogo si chiamò Lauretum, e quindi “Loreto”.

Loreto è considerata la Lourdes italiana e tanti pellegrinaggi di malati vengono organizzati ogni anno.

Allora, ne sapete abbastanza per chiamare la vostra bambina con il nome della Beata Vergine di Loreto?

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta