Staminali: prosegue la lotta per Sofia, e Federico risponde al ministro.

I genitori di Sofia arrivano in tribunale e intanto Firenze marcia per questa piccola eroina. La mamma di Federico fa gli auguri al Ministro.

Torniamo a parlarvi di Sofia. Vi avevamo lasciato con la lettera scritta dalla mamma di Sofia al ministro della Salute, lettera che purtroppo non ha avuto risposte.

Fortuna, non sono soli i genitori di Sofia. Se la forza datagli dalla loro bambina non dovesse bastare, e la cosa pare di per sè difficile, c’è quella delle tante persone, vicine e lontane, che manifestano nei modi più svariati il loro supporto alla lotta per le cure compassionevoli.

Così, mentre i genitori di Sofia percorrono le vie legali dovute al caso, a Firenze scendono in piazza centinaia di persone, gente pronta a manifestare impugnando i palloncini rosa, celesti e bianchi con la scritta Voa voa, il comitato nato per Sofia. Ad attenderli in Piazza Duomo c’è Guido, il padre della bimba, che con un megafono recita una preghiere davanti alla folla pronta a battersi al suo fianco.

Intanto a Livorno si attende il 12 novembre, data in cui è stata fissata l’ultima udienza che dovrà decidere circa il reclamo degli Ospedali di Brescia sull’ordinanza di giugno che aveva dato il via libera alle infusioni senza limiti a discrezione del medico prescrittore. I genitori hanno raccolto tutto il materiale possibile per certificare i miglioramento della bimba e si sono affidati all’avvocato Giuseppe Conte nella speranza che queste cure per loro vitali possano proseguire.

Nell’attesa della decisione finale le infusioni comunque continuano per Sofia e con esse la speranza, sorretta giorno dopo giorno dalla forza incrollabile di due genitori che incarnano alla perfezione le parole di Papa Francesco che tempo fa ricordò al mondo come  “ci sono mamme e papà che spostano montagne in silenzio”. A parlare per loro ci penseranno le migliaia di persone armate di palloncini e tanta solidarietà.

Abbattiamo le montagne di silenzio, e non solo per Sofia, ma per tutti i bimbi che come lei vogliono continuare a vivere…

Fra questi, anche Federico, il bimbo affetto dal morbo di Krabbe e sottoposto da marzo alle infusioni di cellule staminali secondo il protocollo Stamina presso gli ospedali riuniti di Brescia, che vediamo notevolmente migliorato in questo video con la mamma  Tiziana ringraziare il Ministro…

Firma: Francesca Testa

Notizie Correlate

Commenta