Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza: progetto al via

Sta per partire l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza. Tra di loro rappresentanti delle pubbliche amministrazioni e delle associazioni a favore dell’infanzia per iniziare a occuparsi veramente dei nostri bambini a livello istituzionale!

bambini in gruppo

Finalmente sta per aprire i battenti, dopo due lunghi anni di attesa, l’Osservatorio nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, un’ottima notizia data la situazione non proprio rosea dei minori in Italia.

A far parte dell’Osservatorio sono:

  • rappresentanti di pubbliche amministrazioni nazionali e locali
  • rappresentanti di organizzazioni del volontariato e del Terzo settore
  • esperti in materia di infanzia e adolescenza

Il Garante per l’Infanzia, Vincenzo Spadafora, sottolinea l’importanza del progetto: “aspettiamo a breve la prima convocazione dell’Osservatorio per iniziare a lavorare“.

Come accennato, tra le Organizzazioni del Terzo Settore che si occupano di minori spiccano:

  • Arciragazzi
  • Organizzazione Giovanni Paolo XXIII
  • Agesci
  • Sos Telefono Azzurro
  • Save the Children Italia
  • Unicef Italia
  • Sos Villaggio dei Bambini.

“Non possiamo che essere fieri di questo importante riconoscimento” riferisce Alverio Camim, Presidente di di Sos Villaggio dei Bambini, associazione che opera a favore dell’infanzia già dal 1963. ” Saremo onorati di dare il nostro contributo in questa direzione. L’abbiamo fatto dal 2011, lo faremo ancora” prosegue Camim ribadendo il suo impegno a favore delle problematiche infantili.

L’Osservatorio nazionale infanzia e adolescenza, come riportato su Vita.it, ha un compito importante: la stesura dello schema del Piano Nazionale infanzia che in Italia manca da due anni ed è fondamentale per la programmazione per l’infanzia e l’adolescenza.

Gli ultimi dati rilevati dal gruppo CRC sull’infanzia e diritti dei bambini italiani hanno fatto emergere una realtà sconvolgente tra carenze di strutture, povertà e disagio sociale.

Quindi non possiamo che applaudire questa iniziativa per cominciare a fare qualcosa di concreto per questi ragazzi, gli adulti di domani.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta