Parcheggi rosa: un gesto di civiltà

I parcheggi rosa rendono più agile gli spostamenti in macchina delle donne in attesa: cercali nella tua città.

Donna incinta che guida

Piccoli accenni di progresso, piccoli segni che qualcosa sta cambiando.

A quanto pare a piccoli passi anche nel nostro Paese si registra un’inversione di tendenza e una maggiore attenzione ai bisogni di cittadini, delle cittadine in questo caso.

Stiamo parlando, infatti, dell‘ iniziativa che in molte città d’ Italia, dalle più grandi come Roma e Milano ai piccoli comuni sparsi lungo lo stivale, prevede la possibilità per le donne in gravidanza di vedersi riservati dei parcheggi appositi.

Un segno di rispetto per una condizione (come quella di chi aspetta) che a tratti, e soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza,  può rendere faticosi gli spostamenti e difficile la gestione degli impegni quotidiani. Possono infatti utilizzare i parcheggi rosa sia le donne in gravidanza che quelle con bambini fino a dodici mesi, e in alcuni comuni d’Italia il parcheggio è gratuito.

La nota dolente dell’iniziativa è che i parcheggi rosa non sono totalmente riservati alle donne in gravidanza, ma a discrezione possono essere usati da tutti, quindi non c’è una multa per chi parcheggi nei posti riservati alle mamme, nel tentativo e nella speranza che chi non ne abbia bisogno non li usi per rispetto delle donne a cui potrebbero essere utili.

Il cartello che segnala i parcheggi rosa ha come simbolo una cicogna che porta un bambino e sotto presenta lo slogan dell’iniziativa che è: diamo la precedenza a chi aspetta.

Un gesto di civiltà e di rispetto che migliora la qualità di vita di una donna in dolce attesa! 

Ecco per voi un link utile, in cui trovare i parcheggi rosa attivi nelle varie città d’Italia. Comodo no?

Quindi se oggi muoversi è un po’ più facile, che aspettate? Cercate nelle vostre città i parcheggi con la cicogna! 🙂

 

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta