Primario di Pediatria in manette per atti sessuali su 18 minori (FOTO)

Il primario di pediatria di un ospedale italiano è stato arrestato con una terribile accusa.

arresti pediatriCare unimamme, quando si parla di pediatri subito il pensiero va a quella persona che sin dalla nascita seguirà i nostri figli almeno fino ai 12 anni. Una persona capace, fidata. Purtroppo non sempre è così.

Un pediatra, anzi il primario del reparto di Pediatria di un ospedale italiano è infatti finito in manette con l’accusa di atti sessuali su minori.

L’inchiesta è partita dalla segnalazione di un altro medico e, dopo aver raccolto prove, intercettazioni e pare anche immagini, gli inquirenti hanno deciso per procedere.

Pediatra in manette: avrebbe abusato delle sue piccole pazienti

pediatra arrestatoIl pediatra è Alberto Flores D’Arcais.

Nel corso delle visite alle pazienti, preadolescenti e bambine, il pediatra le avrebbe fatte rimanere senza vestiti toccandole nelle parti intime.

L’accusa per questi reati avvenuti tra il 2008 e il 2016 è molto grave: “atti sessuali su minori”.

Le violenze che ammontano a 18 casi sarebbero avvenute all’interno degli ambulatori dell’Ospedale di Legnano.

Per tutti questi motivi ora Alberto Flores D’Arcais è agli arresti domiciliari per esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Busto Arsizio.

La vicenda ha causato molta perplessità tra i colleghi del pediatra che lavora in quell’Ospedale da 10 anni.

In passato D’Arcais aveva svolto anche due missioni umanitarie in Iraq e nel Sud Est asiatico, per aiutare i bambini.

Flores D’Arcais è un medico serio, competente e non avrebbe mai fatto cose del genere” ripetono i colleghi, allibiti. Sono loro a ribattere alla accuse dichiarando che a ogni visita era sempre presente un componente della famiglia e che in nessun caso le bambine rimanevano sole con lui.

Le forze dell’ordine però hanno svolto indagini lunghe sei mesi prima di procedere all’arresto.

Nel frattempo la direzione dell’Azienda territoriale Ovest Milanese ha sospeso il medico dalle attività.

L’azienda, dal canto suo “esprime piena fiducia nella magistratura augurandosi che la situazione possa chiarirsi nel più breve tempo possibile”.

Unimamme, se le accuse dovessero tramutarsi in una condanna si tratterebbe di un fatto gravissimo perché compiuto ai danni di minori che in piena fiducia si affidavano a una figura di riferimento.

Purtroppo anche  in passato abbiamo pubblicato notizie riguardanti pediatri che si sono comportati in modo disonesto lucrando ad esempio sul latte artificiale a danno dei bambini.

Voi cosa ne pensate? Siete rimaste colpite da questa vicenda?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta