Chiede alla moglie di abortire ma ciò che succede dopo è meravigliosoFOTO&VIDEO

Confessione di un padre che racconta come è amare la figlia con la sindrome di Down dopo che aveva chiesto alla moglie di abortire.

Nella giornata mondiale della Sindrome di Down, vogliamo raccontarvi una storia e mostrarvi un video che ci ha toccato profondamente.

Un padre in un’intervista all’emittente televisiva americana ESPN ha raccontato di come si è innamorato della figlia con Sindrome di Down.padre e figlia down

Diventare padre di una bambina con la Sindrome di Down

E’ il 2007 e Heath White, pilota e agente dell’FBI, viene a sapere che la moglie è in attesa di una bambina affetta dalla Sindrome.

Per lui, che sempre ha inseguito la perfezione, un figlio con la Sindrome non fa parte dei piani. Tant’è che cerca fortemente di convincere la moglie a decidere per l’aborto.

Jennifer, la moglie, non cede, e Paisley nasce il 16 marzo del 2007 come riportato sul Daily Mail.

Inizialmente Heath fa fatica a instaurare un rapporto, a sentire un legame, ma dopo alcuni mesi avviene la svolta: il padre racconta “l’ho messa giù e le ho fatto il solletico e lei ridacchiando ha cercato di spingermi via … il suo ridere e sorridere e reagirmi, in quel momento ho capito…lei è la mia bambina“.

 

bimbaEcco allora che decide di riprendere la vita che aveva accantonato, le corse, le competizioni, e di farlo coinvolgendo la sua bambina. Avrebbero corso insieme, o meglio, lui avrebbe corso spingendola. E così è stato!

La loro prima gara si è svolta poco prima del primo compleanno di Paisley ed hanno continuato a correre e a conseguire medaglie per i successivi cinque anni.

Dai filmati delle corse si vede Paisley ridere con gioia e salutare gli spettatori o semplicemente stare seduta e godersi la corsa.

Al compimento dei cinque anni hanno smesso perchè Paisley ha deciso di correre da sola.

Insieme hanno corso per 321 miglia, il che è significativo essendo la Sindrome di Down la terza copia del  cromosoma 21.

Il video che segue inizia con una lettera che Heath ha iniziato a scrivere a Paisley quando aveva 18 mesi, in cui le racconta i sentimenti contrastanti circa la sua nascita e di come questi si siano poi trasformati in amore assoluto.

La moglie, nel raccontare come è cambiato il marito, riporta due frasi pronunciate a distanza di pochi mesi da Heath:

  • Non voglio prendermi cura di qualcuno per il resto della mia vita
  • Oh mio Dio, non riuscirò a prendermi cura di lei il resto della sua vita”.

Ma ora prendetevi del tempo e guardatevi queste immagini bellissime.

Voi cosa ne pensate di questa storia?

 

 

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta