4 fratellini perdono i genitori ma un poliziotto decide di non dirglielo

Un poliziotto ha compiuto un gesto generoso regalando un Hallowee speciale a 4 fratelli rimasti orfani.

A volte la vita è davvero incomprensibile. Quando tutto sembra andare per il verso giusto, ecco che accade una tragedia. Poi però incontri una persona, e quella persona dà un altro senso alle cose.

bambini rimasti orfani

Nathan Bradley è un poliziotto della Georgia e la sera di Halloween ha compiuto un atto di vero altruismo, qualità che dovrebbe riguardare ogni persona che fa il suo mestiere.

La sera del 31 ottobre è stato avvertito dalla centrale di un incidente in cui hanno perso la vita due persone: le due vittime erano genitori di 4 figli – tra i 13 e i 6 anni – ed erano usciti per le ultime compere prima dei festeggiamenti. Purtroppo uno scontro contro un albero ha spazzato via non soltanto la loro esistenza, ma anche quella dei bambini.

Quando Nathan si è recato a casa, assieme a un coroner e ad un funzionario della contea, per comunicare l’accaduto, dopo aver bussato alla porta ripetutamente e con decisione, la porta si è aperta e 4 bambini mascherati si sono presentati ai loro occhi: un Freddy Krueger di 13 anni, una vampira di 10, un mago di 8 anni e una tartaruga ninja di 6.

Come racconta Nathan, i 3 sono rimasti senza parole, e dopo aver chiesto se i ragazzi fossero soli in casa, il piu’ grande ha risposto dicendo che stavano aspettando i loro genitori che erano uscciti per comprare gli ultimi trucchi, dopo che si erano raccomandati di non aprire la porta a nessun estraneo.

Nathan e gli altri due hanno iniziato quindi a ricercare i parenti piu’ prossimi, scoprendo che l’unico parente era la nonna paterna che risiedeva in Florida, a ben 7 ore di volo.

Una volta avvisata, Nathan avrebbe dovuto chiamare i Servizi Sociali, ma non ce l’ha fatta. Dopo essersi consultato con i suoi accompagnatori, ha preferito non lasciare che i bambini trascorressero la serata di Halloween in prigione, aspettando l’arrivo della nonna. Ha quindi deciso di occuparsi lui di loro, almeno fino all’arrivo del parente. Un gesto davvero prezioso!

Ha quindi chiesto ai ragazzi se volevano accompagnarlo a mangiare qualcosa e da quel momento è inziata una serata davvero speciale per i 4 ignari orfani.

Nathan ha fatto scegliere ai ragazzi cosa volessero mangiare, e ognuno di loro ha scelto cose differenti, il che è stato buono perchè così avrebbero impiegato il tempo a disposizione. I bambini erano davvero elettrizzati, perchè per loro era davvero una novità: come ha detto la piu’ piccola la mamma cucinava molto bene e non uscivano quasi mai a mangiare fuori.

Dopo aver mangiato Nathan ha proposto ai ragazzi di recuperare un po’ di dolciumi, era Halloween dopotutto. E rimontati in macchina, si sono diretti verso la caserma. Qui i bambini hanno incontrato la famiglia del capo di Nathan, che aveva portato dolci e alcuni film da vedere. Poi è stata la volta di alcuni vicini, che avevano sentito la notizia, e che si sono presentati con dolcetti e giochini. Infine è stato il turno dello sceriffo locale, anch’egli arrivato con cestini pieni di caramelle e con un distintivo giocattolo per il piu’ grande. I ragazzi erano eccitatissimi e felici.

Poichè mancavano ancora 5 ore all’arrivo della nonna, si è deciso di far dormire i ragazzi in caserma (c’erano 4 camere). La piu’ piccola, prima di addormentarsi, ha detto a Nathan: “Hai trasformato una giornata da F – in una notte da A+!

Nella notte è arrivata la nonna e il giorno successivo è stata comunicata la notizia della morte dei genitori ai 4 ragazzi: sarebbe quindi stato il 1° di novembre, e non il 31 ottobre, in modo che il loro ultimo Halloween in Georgia sarebbe potuto essere sempre ricordato come speciale.

Sul sito Gofoundme Nathan ha raccontato la storia e ha lanciato una raccolta fondi per permettere di pagare il funerale, di trasportare le salme dei genitori in Florida, dove i fratelli andranno a vivere, ossia dalla nonna. La storia ha però toccato tantissimi cuori e sono stati raccolti in un solo giorno oltre 41mila dollari. Attualmente la cifra raccolta è di 367mila dollari, e servirà al futuro dei ragazzi.

Nathan, che rimarrà in contatto con i 4 fratellini, sta continuando ad occuparsi di loro, organizzando ad esempio le consegne di regali, perchè tanti i pacchi in arrivo da tutto il Paese.

Una storia sicuramente triste, ma al contempo bellissima. E che fa riflettere. Abbracciamo ancora più forte i nostri bambini, perché in un momento tutto può cambiare.

E voi unimamme, conoscete qualcuno che avrebbe fatto ciò che ha fatto questo poliziotto di 25 anni? Per non parlare della comunità e di come negli USA, paese per tanti versi discutibile, una raccolta fondi possa davvero cambiare la vita per i piu’ bisognosi.

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta