Prodotto Coop ritirato dal mercato, potenzialmente pericoloso per i bambini

La Coop ritira dal mercato un altro prodotto utilizzato per i più piccoli perché potrebbe essere nocivo per la loro salute

Come successo già con i ciucci della linea “Crescendo” poiché la tettarella potrebbe distaccarsi la Coop ritira dal mercato un altro prodotto destinato ai più piccoli, si tratta di un piatto in plastica che potrebbe rilasciare negli alimenti della melamina, una sostanza tossica per il nostro organismo. Ecco di cosa si tratta.

prodotto coop ritiratoProdotto Coop ritirato dal mercato per via di una molecola nociva

L’oggetto che da qualche giorno è stato tolto dagli scaffali della Coop è una scodella in plastica, marchiata Coop, della linea Cars, un cartone molto amato dai bambini. La scodella, soprattutto se utilizzata per servire pietanze calde, potrebbe disperdere melamina, una molecola nociva per il nostro organismo.

Dalla Coop invitano i clienti che hanno già acquistato la scodella in questione a riportarla presso il punto vendita dove sarà riconosciuto loro un rimborso pari all’importo speso o la sostituzione con un altro prodotto.

Questo il comunicato rilasciato:

Nonostante i controlli e le analisi allora effettuati ne permettessero la vendita, è ora emerso che la succitata scodella presenta una migrazione di melamina che non ne permette l’uso. S’invitano pertanto i Clienti che hanno acquistato tali scodelle del lotto 43529 (scodella di Cars da 14 cm) a restituirle al punto vendita. Sarà riconosciuto loro l’importo speso o la sostituzione con un prodotto analogo”.

Ma cosa comporta il rilascio di melamina nei cibi? Ebbene, secondo gli esperti, servire pietanze calde con piatti di plastica potrebbe favorire la comparsa di calcoli renali. Chiaramente non si parla di tutti i piatti di plastica ma, invece, solo di quelli che contengono la stessa melamina, una particolare molecola utilizzata per creare delle resine particolari.

Dopo quanto scoperto, allora, ecco una ragione in più per utilizzare piatti in ceramica, sicuramente meno pericolosi per la nostra salute e per quella dei nostri figli nonché meno inquinante.

Unimamme se avete acquistato la scodella in questione non esistate a tornare al punto vendita e a richiedere l’eventuale rimborso.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta