Profumi e odori, basterà un messaggio per inviarli ed è questione di giorni (VIDEO)

Un professore di Harvard ha trovato il sistema di inviare i profumi con un messaggio. Immaginate di ricevere una foto di un piatto e di sentirne il profumo, fantasia? No, realta!

una donna riceve un messaggio profumato su o--phone

I progressi della scienza in campo tecnologico continuano ad andare avanti e, dopo la penna che scrive in 3d per aria, presto avremo anche i messaggi con profumo.

Questa è appunto l’idea di un professore di ingegneria di Harvard:David Edwards che ha inventato l‘oPhone, un dispositivo fatto per inviare e ricevere foto e profumi.

La prima verifica è stata effettuata il 10 giugno, data in cui Edwards ha inviato un tweet “profumato” da New York a una collega a Parigi con l’inconfondibile odore della Grande Mela.

Secondo il professore il profumo rappresenta il tweet perfetto perché incarna l’essenza stessa di questo social network: ovvero la brevità.

Ci vogliono solo pochi secondi per avere un profumo” ricorda Edwards sul sito Fastcodesign.com, aggiungendo “immaginate di farvi un selfie e di allegarvi un profumo oppure di allegare alla foto di una città il suo odore particolare”.

L’azienda che produce il dispositivo, la Vapor Communications, sostiene che intende portare messaggi profumati a tutti gli utenti e dovunque il profumo abbia un valore, che si tratti di memoria, intrattenimento, autoespressione, ecc…

Ma come funzionerà l’oPhone?

Occorrerà avere un oPhone, e scaricarsi sullo smartphone una app oSnaps, dal 17 giugno scaricabile gratuitamente su Itunes. Questa app vi consentirà di creare oNotes, messaggi cioè composti da testo, foto o suoni accompagnandoli da profumi.

Partirà il 17 giungo una campagna su Indiegogo per raccogliere i soldi necessario al lancio,: il prezzo per una coppia di oPhone  è di circa 110 Euro, ma nel 2015 lieviteranno a 146 Euro.

 oPhone

E voi unimamme cosa ne pensate di questa simpatica trovata? Avete pensato anche voi al tipo di odore che potreste inviare? E a quello che potrebbero inviare i vostri figli? Mmhhh, forse meglio soprassedere… 🙂

Ma ora guardate il video che presenta questa novità tecnologica:

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta