Mamma pubblica l’impronta della mano del figlio che ha giocato all’aperto FOTO

Una mamma scienziata ha mostrato e spiegato i batteri che si accumulano sulle mani dei bambini che giocano all’aperto.

Unimamme, tempo fa vi parlavano di come, secondo una ricerca, in casa nostra alloggino 9 milioni di batteri.

Se le cose stanno così per quanto riguarda gli interni che puliamo e lustriamo, se non quotidianamente, piuttosto spesso, cosa dovremmo pensare allora di parchi giochi e giardini pubblici, frequentati abitualmente dai nostri bimbi?

I nostri corpi sono una vera raccolta ambulante di germi, ma non ne siamo consapevoli finché non li vediamo con i nostri occhi.

mano

Tasha Sturm, del Cabrillo College in California ha scattato una foto, ottenuta grazie a una piastra di Petri (recipiente di vetro o plastica, utilizzato in biologia per la crescita di colture cellulari) di ciò che era rimasto sulla mano del figlio di 8 anni dopo aver giocato fuori.

Dopo aver raccolto il “regalo” del figlio, la ricercatrice ha poi lasciato la piastra a una temperatura corporea per un giorno e poi l’ha lasciata alla temperatura ambientale per una settimana.

La stampa mostra diversi stadi di crescita di batteri, funghi, e germi liberi di incubarsi e proliferare.

Forse l’immagine vi sembrerà impressionante, ma per sopire i vostri timori è bene sottolineare che questo campione di batteri è innocuo e, in molti casi, addirittura benefici per il sistema immunitario.

colonia di microbiLa massa in basso a destra è un Bacillo che si trova comunemente nello sporco.

contaminanteL’altra immagine è quella di un lievito del Bacillo. Gli altri angoli bianchi sono staffilococchi.

Infine le colonie colorate sono, molto probabilmente, lieviti. Queste colonie colorate tendono a formarsi dopo che le piastre vengono refrigerate o lasciate nella stanza per qualche giorno.

“Si tratta di cose normali a cui veniamo esposti quotidianamente. La pelle ci protegge da un sacco di cose simili ha dichiarato la Sturm a Today e l’insegnamento che ne deriva è: “Per avere un sistema immunitario efficace bisogna esporsi allo sporco”.

Ciò è anche confermato da diverse ricerche che dimostrano come le case troppo pulite rendano i bambini più esposti agli allergeni.

Il figlio, dopo aver visto il risultato, ha esclamato: “Fico!” e poi l’altra figlia le ha detto: “Facciamolo con il naso del cane o con la coda del gatto!“.

Entrambi i figli di questa mamma sanno bene che se giocano fuori o con i loro animali prima di mangiare devono lavarsi le mani.

Unimamme, e i vostri se lo ricordano sempre? Provate a mostrare loro questa foto, forse li può aiutare a ricordare, no?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta