Scandalo: bambine di 6 anni partecipano a “Little Miss Tanga” un concorso in costume (FOTO & VIDEO)

In Colombia si è svolto un concorso dedicato alla bimbe dai 6 ai 10 anni per acclamare Little Miss Tanga. La popolazione è rimasta sdegnata e ha protestato.

bimba in toga in Colombia


 

Unimamme, voi e i vostri compagni portereste le vostre bimbe di 6 anni a sfilare in costume su una passerella per l’elezione del concorso di Piccola Miss Tanga?

Potrete anche non crederci, ma in Colombia è successo anche questo e dopo il caso della modella bambina Thylane Blondeau truccata e in posa come una disinibita adulta, è arrivato il momento di preoccuparci seriamente del futuro delle piccole che dovremmo proteggere e guidare nel vasto mondo e non esporre così precocemente a una fin troppo facile oggettivazione del loro aspetto.

Il concorso in questione, denominato Little Miss Thong è l’equivalente per bambine di quello annuale che si svolge presso la città di Barbosa per l’elezione di Miss Tanga.

Ma se per accedere alla competizione le giovanissime concorrenti con un’età compresa tra i 6 e i 10 anni, dovevano necessariamente avere il consenso dei genitori, i video della competizione hanno cominciato a circolare ben presto online, con lo sdegno dei residenti del luogo di origine colombiana che hanno deplorato l’iniziativa.

Maryury Galeano, sindaco della città di Barbosa ha dichiarato di non vedere nulla di male nell’iniziativa e di non aver indotto nessuno bambino a prostituirsi perché avevano tutti il consenso dei genitori.

bimba in tanga sfila


 

Questo, se vogliamo, è ancora più preoccupante, perché se per i genitori è giusto che le figlie così piccole, sfilino in tanga per ottenere un premio per il loro aspetto fisico, allora ci deve essere qualcosa di davvero sbagliato nella nostra società.

Cristina Plazas, direttrice del Servizio di Protezione dell’Infanzia della Colombia, si è affrettata a condannare la manifestazione e ha presentato una denuncia formale alla Procura generale del Paese che ora sta indagando per scoprire se siano state violate le leggi federali riguardando lo sfruttamento dei minorenni.

Tutta la storia però è emersa solo perché dopo i video circolati in rete, un nutrito gruppo di persone si è detta scandalizzata e ha fatto scoppiare il caso. Purtroppo, ancora una volta gli adulti hanno “deluso” i bambini.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questa iniziativa? Protestereste anche voi come i colombiani che ne sono venuti a conoscenza o non ci vedete nulla di male?

Nel frattempo date un’occhiata al video qui sotto per capire il tenore della competizione.

 

(Fonte: The Stirr/ The Frisky.com)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta