Diventa mamma nonostante la spirale: il bambino del “miracolo” secondo i medici

Una mamma non aveva in programma una gravidanza, ma un sistema contraccettivo l’ha delusa.

Saprete che tra i sistemi di contraccezione in uso vi è anche la spirale, un metodo molto efficace. Nella storia che stiamo per raccontarvi  si è verificata però un’eccezione.

Bambino con la spirale in mano: aveva solo l’1% di possibilità di nascere

Una mamma Lucy Hellein ha deciso di condividere su Instagram l’immagine di suo figlio neonato Dexter, un bel bimbo di 4 kg. con in mano una spirale.

La foto in poco tempo è divenuta virale.

Lucy infatti non aveva in programma una gravidanza.

“Il mio maschietto! Dexter Tyler 27 aprile 2017 @8:40 4,128 kg 54,61 cm Mirena trovata dietro la mia placenta <3 #piccolojedi #bambinomirena #mirenahafallito #benedizioni #laforzaèconquestoqui “

ha scritto questa mamma sotto l’immagine del bimbo.

Il suo piccolo è nato una settimana prima del previsto (doveva infatti nascere il 4 maggio, giorno di Guerre Stellari, motivo per cui si parla di forza!) e perfettamente sano a dispetto delle preoccupazioni dei medici, ma la sua spirale, Mirena, ha fallito nello scopo per cui era stata concepita.

Questa mamma ha poi raccontato che i medici dopo che ha scoperto di essere incinta hanno provato ad estrarre la spirale ma non l’hanno trovata: si era infatti “nascosta” dietro la placenta. Questa mamma ha poi spiegato che secondo i medici è rimasta incinta tre settimane dopo averla inserita.

La spirale o altri strumenti di contraccezione intrauterina sono efficaci nel 99% dei casi, ma se fallisse potrebbe mettere a rischio la salute del neonato. La spirale viene infatti impiantata in utero e qui rilascia progesterone, che di fatto dovrebbe impedire il concepimento.

Inoltre il fatto che la placenta sia cresciuta sulla spirale avrebbe potuto causare l’interruzione del flusso sanguigno alla placenta. Per questo i medici che hanno seguito Lucy e Dexter hanno parlato di un “bambino del miracolo”.

Il dottor Samuel Malloy, stimato medico, sostiene che le gravidanze come quella di Lucy sono molto rare perché la spirale aumenta le probabilità di una gravidanza ectopica, dove un uovo fertilizzato si impianta nelle tube di Falloppio e non nell’utero. Le probabilità di una gravidanza ectopica se si ha una spirale variano tra il 15 e il 50%. Si tratta di situazioni molto pericolose per la salute di una mamma e per questo motivo la gravidanza va terminata.

In caso vi trovaste in una situazione simile a quella di Lucy e voleste portare avanti la gravidanza i medici cercherebbero subito di rimuovere la spirale. In caso di rimozione della spirale sussiste il 25% di possibilità di aborto spontaneo. Se invece la spirale non può essere estratta, come successo a Lucy, aumenterebbero i rischi di aborto spontaneo e gravidanza pre-termine.

“Se la gravidanza ha successo non ci sono prove che la spirale influenzi la salute del bimbo in futuro.” conclude il dottor Molloy su The Stir.

Vi lasciamo con una guida sui contraccettivi.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta