Tablet, come configurarlo per i bambini

Impariamo alcune informazioni riguardo la configurazione del nostro tablet prima di regalarlo ai bambini.

Spesso quando cambiamo un prodotto tecnologico, come ad esempio un cellulare, capita che lo diamo ai nostri figli, i quali, essendo nativi digitali, sicuramente lo sapranno usare meglio di noi in un batter d’occhio. Se l’oggetto in questione è un tablet, ricordiamoci sempre di applicare una serie di accorgimenti prima di darlo in mano ai bambini. 

Potrebbe infatti capitare che inavvertitamente lo facciano cadere a terra, rovinandolo o addirittura rompendolo (e si sa quanto costano le riparazioni) e allora addio tablet funzionante. A questo si aggiungerebbe poi anche la beffa: bambini urlanti che vi chiedono di usare il vostro aggeggio elettronico perché appunto non hanno più a disposizione il loro.

Il sito coolmumtech.com spiega quali sono invece le operazioni preliminari da compiere per poi donare il tablet ai nostri figli:

  • Mettere una protezione: siccome i bimbi sono vivaci, è sempre meglio proteggere il tablet con una cover che sia colorata, divertente, ma anche kids friendly. Molto carine sono ad esempio quella di iGuy e SuperShell di M-Edge.
  • Rendere il vostro browser sicuro da possibili incontri nocivi per i bambini: si sa che in rete si può trovare di tutto, pertanto è bene preservarli con una protezione. Ad esempio  Maxthon’s Kid-Safe Browser, un’app per iPad e Android che permette di fare delle ricerche su internet dopo aver stabilito però quali siti vanno bene e quali no. Mobicip and NetNanny è un altro motore di ricerca per bambini più grandi che permette sempre di cercare tutte le informazioni su internet in massima sicurezza.
  • Utilizzare le restrizioni presenti sul tablet: in questo modo si può bloccare il download di app a pagamento, di video di youtube e qualsiasi altra impostazione che i bambini non devono modificare. Generalmente, queste restrizioni si trovano nella sezione “Impostazioni”. Potete usare anche un’app (disponibile però solo per iOS 6) che si chiama Guided Access: viene inserito un codice che deve essere sbloccato per poter utilizzare le app. In questo modo saremo immuni dal lato “selvaggio” dei nostri figli che schiacciano spesso a caso sul touch screen.

Ora, siete più tranquilli? 🙂

 

Allora unimamme, cosa aspettate? Già configurato il vostro tablet a misura di “nano”?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta