Tra padre e madre, è la seconda che maltratta maggiormente i bambini

Secondo una ricerca condotta dall’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza, la maggior parte delle violenze domestiche sono dovute alle madri.

Abbiamo spesso parlato di abusisui minori, ed è risaputo che spesso e purtroppo avvengono all’interno delle mura domestiche.

Quello che invece non pensavamo è che molti maltrattamenti domestici sono provocati nella maggioranza dei casi dalle madri: è questa la scoperta dell’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss), presentata in anteprima durante l’International Pediatric Workshop, che si è svolta a San Pietroburgo dal 5 al 7 giugno.

Secondo i dati raccolti infatti sono circa 100mila in Italia i bambini e gli adolescenti presi in carico dai servizi sociali per maltrattamenti. In realtà le stime si aggirerebbero sul numero impressionante di 700 mila, che però non vengono denunciate e quindi permane la situazione di rischio.

mamma picchia bimba

A commettere violenza sono soprattutto le madri: 8 volte su 10 infatti sono loro che alzano le mani sui proprio figli, mentre la percentuale dei padri è del 10% .

Oltre alla scuola, sono i pediatri che si accorgono di possibili maltrattamenti, ma dalla ricerca è emerso che:

  • il 20% ha dei sospetti ma non denuncia per paura di sbagliare
  • il 90% vorrebbe essere maggiormente informato sui rischi, le cause, cura e diagnosi del maltrattamento minorile
  • l’80% non si ritiene competente e di non conoscere le leggi a riguardo
  • il 62% teme di non essere abbastanza tutelato in caso di dubbi non confermati e lascia agli esperti il compito di vigilare

Sicuramente dei dati importanti, che fanno riflettere sulle responsabilità e sul ruolo dei pediatri all’interno della famiglia. I medici dei bambini dovrebbero infatti essere un punto di riferimento e leggere che spesso tacciono per paura di non essere abbastanza protetti dalla giurisprudenza.

Certo, se un sospetto è infondato si rischia di far passare i genitori per ciò che non sono: l’eccesso di zelo può essere a volte nocivo, ma se invece non si interviene quando c’è davvero bisogno? Questi bambini sono destinati ad essere bambini perduti?

E voi unimamme, immaginavate tutto ciò?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta