TV, PC, Tablet e Smartphone: limitiamone l’uso oggi per un domani migliore!

Per quanto tempo i bambini posso guardare la TV o giocare con un tablet? Ecco quello che sostengono alcuni specialisti

Per mancanza di tempo, spesso, lasciamo che i nostri bambini trascorrano più tempo del dovuto davanti ad uno schermo, una volta era solo la televisione, adesso ci sono anche i tablet, gli smartphone e le console di giochi elettronici.

Da uno studio recentemente condotto si evince che la quantità di tempo che i ragazzi trascorrono a guardare la TV o a giocare con i giochi elettronici potrebbe influire, negativamente, sul loro benessere, soprattutto dei bambini più piccoli che potrebbero subire

  • problemi emotivi durante la crescita
  • e problemi nel relazionarsi con i familiari e con la gente in genere.

Ogni ora in più aumenterebbe il rischio di conflitti familiari, come, per esempio un cattivo rapporto tra genitori e figli.

Gli esperti sostengono che il Parental Control, ovvero l’opzione grazie alla quale si può bloccare la visione di alcuni canali considerati non adatti all’età dei bambini, potrebbe ridurre questo rischio.Il dottor Daniel Coury, uno specialista del comportamento presso il Nationwide Children’s Hospital, sostiene che “I genitori dovrebbero monitorare i programmi che i loro figli stanno guardando“, per controllare se il contenuto di ciò che capta le loro attenzioni è adeguato all’età del bambino.

Gli specialisti dell’American Academy of Pediatrics raccomandano inoltre che i bambini trascorrano non più di due ore al giorno davanti ad uno schermo:

  • TV
  • Computer
  • Tablet
  • Giochi elettonici
  • Smartphone.

Un altro studio poi sostiene che ridurre il tempo davanti al TV riduca anche il rischio di obesità che è la normale conseguenza della vita troppo sedentaria nella quale anche l’alimentazione ne risente.

È vero che quanto detto è un argomento trito e ritrito ma è vero anche che quasi sempre quello che ci viene consigliato sul tempo da dedicare ad esempio alla TV viene quasi sempre ignorato, e di certo non lo si fa per la poca convinzione quanto, invece, per le troppe cose da fare.

E voi, unimamme, come vi comportate nel regolare l’utilizzo di tutto ciò che è elettronico? Date un limite di tempo oppure lasciate che siano i vostri figli a decidere di smettere quando meglio credono?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta