Un ragazzo italiano di 22 anni lotta contro la leucemia e ha bisogno di aiuto!

Un ragazzo di 22 scopre di avere un raro tipo di leucemia. Per curarlo gli amici raccolgono fondi grazie a una sottoscrizione online.

Tommaso Tori ha 22 anni, è di Bologna ama la pasta e giocare a calcio. Un ragazzo come tanti, se non fosse che gli è stata diagnosticata una Leucemia Linfoblastica Acuta lo scorso gennaio.

tommaso-tori-leucemia

Oltre alla poesia che nei casi di leucemia sui bambini aiuterebbe la terapia, in questo caso il problema più grande è la mancanza di soldi per pagare le cure. La particolare forma di leucemia che Tommaso ha contratto può essere curata a Philadelphia, negli Stati Uniti. Ma il tipo di trattamento necessario costa la cifra spropositata di 600 mila dollari.

Gli amici di Tommaso hanno deciso di lanciare una raccolta di fondi online ed hanno aperto una pagina Facebook dedicata all’iniziativa chiamata “Gifts for Tommaso”.

Gli amici che hanno dato vita a questo progetto hanno voluto raccontare con parole semplici cosa li ha portati a tentare anche questa strada per supportare il loro amico: “Sfortunatamente tutte le terapie seguite non hanno dato alcun risultato. Oggi però sono disponibili terapie innovative presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania a Philadelphia. Qui, il Dottor Carl June guida un team che ha ottenuto ottimi risultati utilizzando una terapia sperimentale chiamata CAR-T cell. Speriamo di raccogliere la cifra richiesta nel più breve tempo possibile e cominciare questa terapia innovativa. Ringraziamo tutte le persone speciali che ci sono state vicine in questi mesi e quelle che aiuteranno Tommaso offrendo un contributo per la terapia di cui ha bisogno”.

La raccolta fondi è effettuata con l’appoggio della Associazione Onlus Don Orfeo Giacomelli di Imola, Bologna, tramite un sito dedicato dedicato dove sono indicate tutte le istruzioni.

Ad oggi sono stati raccolti 370 mila dollari, ma ne mancano ancora tanti…

Ecco un video che racconta la sua storia:

Tommaso non può aspettare ancora a lungo e il trattamento dovrebbe iniziare nel mese di luglio.

Come genitori se volete dare una mano questo è il momento di farlo!

Firma: Stefano

Notizie Correlate

Commenta